menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una radiomobile dei carabinieri di Brindisi

Una radiomobile dei carabinieri di Brindisi

Violano domiciliari, arresto e denunce

Un arresto e due denunce nel corso di servizi condotti dai carabinieri della stazione di Torchiarolo e del Norm della compagnia di Brindisi. A Torchiarolo i militari hanno trasferito in carcere il 29enne Cosimo Perrone, in esecuzione di un provvedimento dell’autorità giudiziaria. Perrone era già sottoposto agli arresti domiciliari per il reato di spaccio.

Un arresto e due denunce nel corso di servizi condotti dai carabinieri della stazione di Torchiarolo e del Norm della compagnia di Brindisi. A Torchiarolo i militari hanno trasferito in carcere il 29enne Cosimo Perrone, in esecuzione di un provvedimento dell'autorità giudiziaria. Perrone era già sottoposto agli arresti domiciliari per il reato di spaccio. L'ordinanza di ripristino della custodia cautelare in carcere è stata emessa dalla Corte di Appello di Lecce è scaturito a seguito di alcune segnalazioni effettuate dagli stessi carabinieri di Torchiarolo per violazioni ripetute delle prescrizioni collegata alla condanna per droga nei confronti di Perrone.

A Brindisi, invece, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia del capoluogo hanno deferito in stato di libertà F.S., di 26 anni, sempre per inosservanza degli obblighi. Anche il brindisino in questione era sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, ma durante un controllo è stato sorpreso in compagnia di persone non conviventi, con le quali non poteva avere contatti.

E ancora a Brindisi terzo caso di violazione degli obblighi degli arresti domiciliari, ma questa volta il caso è di evasione: i carabinieri del Norm hanno deferito in stato di libertà A.C. 24enne del posto, il quale durante un controllo non è stato trovato in casa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento