menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Euprepio Curto

Euprepio Curto

Voti e Scu: Curto querela De Franco

FRANCAVILLA FONTANA – "Curto e Vitali eletti con i voti della malavita e amici dei criminali": immediatamente querelato Antonio De Franco.

FRANCAVILLA FONTANA - L'apice delle infiltrazioni mafiose a Francavilla coincidenti con il periodo in cui Euprepio Curto e Luigi Vitali controllavano l'amministrazione cittadina. La Scu che votava per loro. I due ex parlamentari amici dei criminali. Tutto in poche righe, in una frase pronunciata dal fondatore del Mab di Francavilla Fontana, Antonio De Franco, in una discussione su Facebook. Non appena ne è stato informato, Curto ha incaricato il proprio legale di sporgere querela, e così è stato.

"Il tutto viene contestualizzato all'interno della disamina di gravi fatti di sangue, così producendo un accostamento sconsiderato e gravissimo tra tali drammatici eventi e la figura del sottoscritto. La gravità di quanto affermato appare tanto inaudita quanto evidente poiché nel suo scritto il De Franco rappresenta fatti del tutto inesistenti e si avventura in accostamenti improvvidi, manifestamente lesivi della dignità e del decoro personale, prima ancora che politico, del deducente", si rileva nell'atto di querela predisposto dal legale di Curto, indirizzato al procuratore capo di Brindisi.

Nel preambolo, lo stesso consigliere regionale di Fli ricorda i propri trascorsi parlamentari (quattro legislature) e soprattutto la propria attività nella Commissione antimafia, cosa che rende ancora più intollerabili le offese ricevute sul social network, nell'ambito dello scambio di opinioni avvenuto in un gruppo di discussione "Francavilla Fontana vista da me". E' probabile che anche il coordinatore provinciale del Pdl, Luigi Vitali, si rivolga ad un avvocato per sporgere a sua volta querela.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento