Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Yacht in fiamme al largo dei Laghi Alimini: paura per due brindisini

Hanno vissuto momenti di grande apprensione due brindisini che insieme a una persona residente a Castro (Lecce) viaggiavano a bordo di uno yacht lungo circa 24 metri che poco dopo le ore 18 di oggi (26 giugno) ha preso fuoco

OTRANTO – Hanno vissuto momenti di grande apprensione due brindisini che insieme a una persona residente a Castro (Lecce) viaggiavano a bordo di uno yacht lungo circa 24 metri che poco dopo le ore 18 di oggi (26 giugno) ha preso fuoco a un paio di miglia dai Laghi Alimini, lungo il litorale salentino.

Centinaia di pbagnanti hanno visto una densa colonna di fumo nero che si levava dall’imbarcazione. L’intensità del rogo, la cui causa è ancora da appurare, aumentava a vista d’occhio. Per fortuna tutte e tre i naufraghi sono stati tratti in salvo. 

Fra i primi ad avvicinarsi con la sua unità  è stato un finanziere del Gruppo aeronavale di Otranto, libero dal servizio. Il punto è stato raggiunto anche da una motovedetta della guardia costiera dell’Ufficio circondariale marittimo.

Le lingue di fuoco erano ben visibili dal litorale. I tre, comunque, erano già al riparo nel porto di Otranto. Per l’imbarcazione, però, c'era ormai poco da fare.

Lo yacht è stato raggiunto da un natante della Iecolevo, società marittima che ha una convenzione con il ministero dell’Ambiente per la protezione delle coste e dell’ecosistema, dotata anche di un cosiddetto lanciacomete, cannone ad acqua in dotazione ai rimorchiatori. E' stato proprio l'equipaggio di questa a domare le fiamme. La situazione, sul piano ambientale, è in evoluzione. L’imbarcazione che ha preso fuoco infatti ha 7mila litri di carburante, ergo è necessario arginare il potenziale inquinamento derivante dall’incidente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Yacht in fiamme al largo dei Laghi Alimini: paura per due brindisini

BrindisiReport è in caricamento