rotate-mobile
Economia

Cobas: "Ultimo mese di cassa integrazione per i lavoratori Dcm"

Sit in davanti alla prefettura di Brindisi organizzato per giovedì (9 aprile) dal sindacato Cobas: "La vertenza rientri nel perimetro della crisi Dema"

BRINDISI – Un sit in dei lavoratori della Dcm (ex Gse) si svolgerà giovedì prossimo (9 febbraio) in piazza Santa Teresa, davanti alla sede della prefettura di Brindisi. Si tratta di un’iniziativa del sindacato Cobas di Brindisi. Il segretario provinciale del Cobas, Roberto Aprile, rimarca come il destino dei lavoratori sembri “irrimediabilmente segnato per il mese di aprile 2023, ultimo mese di cassa integrazione”.

Il sindacato ha chiesto un incontro al Prefetto Michela La Iacona “per un estremo tentativo - si legge in una nota a firma di Aprile - di far rientrare questi lavoratori nel perimetro di crisi della società Dema, che ha deciso di chiudere a Brindisi i due stabilimenti denominati Dema e Dar”.

Questo è il testo della richiesta di incontro inviato dal Cobasl al prefetto La Iacona

Spettabile Signor Prefetto di Brindisi Michela La Iacona,

il sindacato Cobas Le chiede gentilmente un incontro per la mattina di giovedì 9 febbraio alle ore 9,00 per rappresentare la situazione dei lavoratori Dcm che sembrano esclusi dai tavoli di crisi nazionali e regionali.

La fabbrica aeronautica ex Gse fu venduta ad un fondo americano che provvide a costituire due aziende. Una, la Dar, i cui lavoratori rientrarono a lavorare, l'altra, la Dcm, fu costituita per un eventuale recupero occupazionale che in qualche periodo ha effettivamente svolto quel ruolo.

Oggi i lavoratori della Dcm sono in cassa integrazione per un ultimo anno. Insieme alla Regione Puglia nei diversi incontri abbiamo sempre sostenuto che i lavoratori Dcm sono nel perimetro aziendale di Dema, cosa da sempre rifiutata dalla azienda.

Noi pensiamo che l'attuale gestione della Dema sia insufficiente; di fronte a questa crisi ci potrebbero essere degli eventuali acquirenti degli stabilimenti brindisini che potrebbero portare piena occupazione, anche per i lavoratori Dcm. Questo può avvenire anche con il sostegno di tutti, a partire dalle istituzioni locali con la Prefettura in testa. Per questo Le chiediamo di incontrarci nello spirito che ha ben rappresentato fin dal primo momento in cui si è insediata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cobas: "Ultimo mese di cassa integrazione per i lavoratori Dcm"

BrindisiReport è in caricamento