menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tromba marina, grandinate e raffiche di vento: “Stato di calamità a Brindisi”

Il Comune scrive alla Regione e invita cittadini e operatori economici e segnalare via mail i danni subiti dopo il 10 luglio scorso

BRINDISI – Ondata di maltempo di portata straordinaria quella del 10 luglio scorso a Brindisi. Per quanto sia stata prevista con conseguente allerta meteo, i danni sono stati ingenti per l’effetto combinato della tromba marina, delle grandinate e delle raffiche di vento: “Brindisi ha vissuto una situazione di disagio eccezionale” e per questo, il Comune ha chiesto alla Regione Puglia di dichiarare lo stato di “emergenza e di calamità naturale”.

La lettera alla Regione e l’invito ai cittadini

Riccardo Rossi, Oreste Pinto e Tiziana Brigante-2L’istanza è stata trasmessa agli uffici baresi, dopo che in Giunta – su proposta dell’assessore alle Attività produttive, Oreste Pinto – sono state “pesate” le conseguenze del maltempo, tenuto conto del fatto che si è trattato di “eventi di tali intensità” da avere una “potenza distruttiva”.

Gli interventi posti in essere nell’immediatezza dei fatti dai vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi e dagli agenti della Polizia locale hanno permesso di fronteggiare le emergenze, segnalate tanto da privati cittadini che da commercianti e imprenditori, soprattutto agricoli. I danni restano e per procedere alla individuazione dei luoghi, tra abitazioni, imprese, negozi e terreni, e fare una conta ai fini dei risarcimenti, l’Amministrazione ha invitato i brindisini a segnalare, anche con foto, le situazioni di criticità. Basta scrivere una mail al seguente indirizzo: ufficioprotocollo.comune.brindisi.it.

La Giunta, inoltre, ha delegato al sindaco Riccardo Rossi di avviare “ogni attività interlocutoria con gli enti preposti allo scopo di addivenire alle necessarie determinazioni in favore del territorio comunale”. Copia del provvedimento dell’esecutivo è stata inviata oltre che al governatore della Puglia, agli assessorati alla Protezione civile e ai Lavori Pubblici della Regione, al dipartimento Mobilità e Qualità urbana, alla Prefettura e alla Provincia di Brindisi.

Il quadro emergenziale

Stando a quanto già raccolto dal Comune, in base alle risultanze delle attività di primo intervento svolte, emerge un “quadro emergenziale che risulta di significativa gravità rispetto anche alla situazione di interi nuclei familiari, delle loro abitazioni, degli esercizi commerciali e delle infrastrutture”.

Tale “situazione emergenziale permane nonostante le misure messe in atto dal sistema di soccorso e di assistenza alla popolazione. Per questo, il Comune ha ritenuto doveroso intraprendere tutte le azioni necessarie per il riconoscimento dello stato di calamità e per la concessione di eventuali altri benefici previsti dalle disposizioni di legge, in modo tale da procedere con il riconoscimento dei danni

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento