menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
le foto dei seggi elettorali di Brindisi sono di Salvatore Barbarossa

le foto dei seggi elettorali di Brindisi sono di Salvatore Barbarossa

Le percentuali dei votanti e l'andamento delle operazioni elettorali

L'andamento del voto per le elezioni politiche in provincia di Brindisi, su dati ufficiali comunicati dalla Prefettura

La percentuale definitiva dei votanti in provincia di Brindisi

Arriva ben oltre la mezzanotte il dato definitivo dei votanti per la provincia di Brindisi, che tocca quota 68,83 per cento contro il 69,55 delle precedenti elezioni politiche, malgrado in alcuni centri compreso il capoluogo si sia andati oltre il dato dell’altra tornata elettorale per il Parlamento. In Italia il dato provvisorio è del 73,15, inferiore alla precedente tornata, in Puglia il 69,11.

Brindisi 66,04 Carovigno 70,34 Ceglie Messapica 65,08 Cellino San Marco 69,29 Cisternino 73,50 Erchie 67,37 Fasano 72,60 Francavilla Fontana 69,77 Latiano 69,77 Mesagne 67,81 Oria 67,78 Ostuni 70,36 San Donaci 66,80 San Michele Salentino 71,00 San Pietro Vernotico 68,11 San Vito dei Normanni 68,48 Torchiarolo 69,69 Torre Santa Susanna 68,70 Villa Castelli 73,16.

La percentuale dei votanti (Camera) alle 19

Alle 19,45 disponibili le percentuali di 20 comuni su 20, e la percentuale è salita al 53,87 per cento (Italia 58,47, Puglia 53,67): Brindisi 53,09 Carovigno 50,67 Ceglie Messapica 48,74 Cellino San Marco 55,76 Cisternino 57,30 Erchie 52,31 Fasano 56,01 Francavilla Fontana 50,14 Latiano 53,44 Mesagne 55,32 Oria 57,40 Ostuni 54,72 San Donaci 52,92 San Michele Salentino 55,58 San Pancrazio Salentino 56,40 San Pietro Vernotico 57,91 San Vito dei Normanni 53,12 Torchiarolo 57,19 Torre Santa Susanna 52,83 Villa Castelli 58,30.

Seggi Brindisi - Elezioni politiche 4 marzo 2018 (6)-2

Solo gli uffici elettorali di sei comuni su 20 hanno comunicato i dati dell’affluenza entro le 19. Mancava, alla scadenza prefissata dal Viminale, anche la percentuale del capoluogo. In ogni modo, l’afflusso medio di elettori  (Camera) era salito al 52,27 in base al numero delle persone che avevano votato a Carovigno (50,67 per cento), Cellino San Marco (55,76), Francavilla Fontana (50,14), Latiano (53,44), San Michele salentino (55,58), San Pancrazio Salentino (56,40). Le file ai seggi sono molto lunghe.

Seggi Brindisi - Elezioni politiche 4 marzo 2018 (5)-2

La percentuale dei votanti (Camera) alle ore 12

Alle 12 aveva votato in provincia di Brindisi, per eleggere i parlamentari dei collegi uninominali 12 e 13, e plurinominale 2 e 3, e dei collegi uninominali 4 e 5 e plurinominale 2 del Senato della Repubblica, della Camera Dei Deputati, e  il 17,45 degli aventi diritto (in Italia il 19,38), ma ci sono code ai seggi anche all’ora di pranzo, quindi si tratta di una percentuale puramente indicativa del flusso degli elettori.

I dati dell’affluenza delle ore 12 Comune per Comune: Brindisi 18,71 Carovigno 15,68 Ceglie Messapica 16,26 Cellino San Marco 16,62 Cisternino 18,04 Erchie 14,53 Fasano 19,10 Francavilla Fontana 14,90 latiano 15,57 Mesagne 18,05 Oria 19,25 Ostunu 16,71 San Donaci 17,86 San Michele Salentino 16,54 San Pancrazio Salentino 17,98 San Pietro Vernotico 19,05 San Vito dei Normanni 16,45 Torchiarolo 18,44 Torre Santa Susanna 14,24 Villa Castelli 20,08.

Il principale problema di questo election day a Brindisi e provincia – come nel resto del Paese - è l’impatto con il problema del tagliando antifrode, che sta rallentando le operazioni di voto. Un certo affollamento si è registrato stamani anche all’ufficio elettorale del Comune di Brindisi, dove decine di cittadini si sono presentati per il rinnovo della tessera elettorale scaduta, per lo più persone che non hanno potuto presentarsi agli sportelli nei giorni precedenti.

IN ALLEGATO A FONDO PAGINA I FILE PDF CON I CANDIDATI E I PARTITI

Seggi Brindisi - Elezioni politiche 4 marzo 2018 (3)-2

Provincia di Brindisi - I collegi elettorali per Camera e Senato 

Camera Dei Deputati - Comuni Collegio 12 / Plurinominale 2:

Cellino San Marco – Erchie - Francavilla Fontana – Latiano – Mesagne – Oria - San Donaci - San Michele Salentino - San Pancrazio Salentino - San Pietro Vernotico – Torchiarolo - Torre Santa Susanna - Villa Castelli

Camera Dei Deputati - Comuni Collegio 13 / Plurinominale 3 :  

Brindisi – Carovigno - San Vito Dei Normanni – Cisternino – Fasano – Ostuni - Ceglie Messapica

Senato Della Repubblica - Comuni Collegio 4 / Plurinominale 2 :

Brindisi – Carovigno - San Vito Dei Normanni – Cisternino – Fasano – Ostuni - Ceglie Messapica

Senato Della Repubblica -Comuni Collegio 5 / Plurinominale 2 :

Cellino San Marco – Erchie - Francavilla Fontana – Latiano – Mesagne – Oria - San Donaci - San Michele Salentino - San Pancrazio Salentino - San Pietro Vernotico – Torchiarolo - Torre Santa Susanna - Villa Castelli.

Seggi Brindisi - Elezioni politiche 4 marzo 2018-2

COME SI VOTA  (Video)

Il seggio consegna all’elettore due schede, una per la Camera ed una per il Senato (sempreché l’elettore abbia compiuto 25 anni, altrimenti gli viene consegnata la sola scheda per la Camera). I modelli delle due schede sono identici. Le schede recano il nome del candidato nel collegio uninominale e, per il collegio plurinominale, il contrassegno di ciascuna lista o coalizione di liste ad esso collegate. I contrassegni delle liste hanno riportati a fianco i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale.

Il voto è espresso tracciando un segno sul rettangolo contenente il contrassegno della lista e i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale. Il voto così espresso vale ai fini dell'elezione del candidato nel collegio uninominale ed a favore della lista nel collegio plurinominale. Qualora il segno sia tracciato solo sul nome del candidato nel collegio uninominale, il voto è comunque valido anche per la lista collegata. In presenza di più liste collegate in coalizione, il voto è ripartito tra le liste della coalizione, in proporzione ai voti ottenuti da ciascuna lista in tutte le sezioni del collegio uninominale.

Le modalità di voto sono riportate anche nella parte esterna della scheda elettorale, con apposita esplicitazione che:  

a) il voto espresso tracciando un segno sul contrassegno della lista vale anche per il candidato uninominale collegato, e viceversa; 

b) il voto espresso tracciando un segno sul nome del candidato uninominale collegato a più liste in coalizione, viene ripartito tra le liste in proporzione ai loro voti ottenuti nel collegio.

Se l'elettore traccia un segno sul rettangolo contenente il nominativo del candidato del collegio uninominale e un segno sul sottostante rettangolo contenente il contrassegno della lista nonché i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale, il voto è comunque valido a favore sia del candidato uninominale sia della lista.

Se l'elettore traccia un segno sul contrassegno e un segno sulla lista di candidati nel collegio plurinominale della lista medesima, il voto è considerato valido a favore sia della lista sia del candidato uninominale.

Se l'elettore traccia un segno, comunque apposto, sul rettangolo contenente il nominativo del candidato uninominale e un segno su un rettangolo contenente il contrassegno di una lista cui il candidato non sia collegato, il voto è nullo, in quanto per l'elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica non è previsto il voto disgiunto (art.59 bis del d.P.R. n.361/57, come novellato dall'art.1, comma 21, della legge n.165/2017).

Elezioni politiche 4 marzo 2018 - repertorio (1)-2

COSA E’ IL TAGLIANDO ANTIFRODE (Video)

Le nuove schede elettorali sono dotate di un'appendice cartacea munita di un "tagliando antifrode" con un codice progressivo alfanumerico generato in serie; dopo che l'elettore ha votato ed ha restituito la scheda al presidente del seggio debitamente piegata, tale appendice con il tagliando è staccata dalla scheda e conservata dai componenti dei seggi elettorali, che controllano se il numero del tagliando sia lo stesso di quello annotato prima della consegna della scheda all'elettore; solo dopo tale controllo il presidente del seggio inserisce la scheda stessa nell'urna (art.31, comma 6, e art.58 del d.P.R. n.361/57, come sostituito dall'art.1, commi 18 e 19, della legge n.165/2017).

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento