rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Politica

Drastico calo dei votanti: a Brindisi alle 19 alle urne solo il 28,47 per cento

A Francavilla Fontana ha votato il 33,34 per cento degli elettori contro il 45,59 per cento. A Oria la percentuale più alta: il 43,71 per cento contro il 51,42

Articolo in aggiornamento costante

Alle 19 l'allarme: drastico calo dei votanti

Il calo dei votanti a Brindisi si è manifestato in maniera ancora più inquietante al rilevamento delle ore 19, comunicato dalla Prefettura: per il ballottaggio nel capoluogo aveva votato appena il 28,47 per cento degli aventi diritto, mentre il 10 giugno alla stessa ora aveva votato il 43,94 degli elettori. Meno pesante, ma tuttavia rilevante il calo dei votanti a Francavilla Fontana, dove alle 19 aveva votato il 33,34 per cento degli elettori, mentre al primo turno alla stessa ora aveva votato il 45,59 per cento. Calo anche Oria, dove però si è registrata la percentuale più alta: il 43,71 per cento, contro il 51,42 per cento del 10 giugno. Si vota sino alle 23.

La percentuale dei votanti alle 12

L’affluenza alle urne registrata alle ore 12 a Brindisi è stata molto più bassa di quella del 10 giugno: il 14,32 per cento contro il 20,53 per cento del primo turno. Affluenza più bassa anche Francavilla Fontana, dove però la forbice è più ristretta (16,47 per cento dei votanti contro il 20,64 del 10 giugno), mentre è in controtendenza Oria, dove il 23,29 per cento contro il 23,20 del primo turno.

Riccardo Rossi stamani ha votato alle 11,30 alla Salvemini, l'avversario Roberto Cavalera alle 12 in via Primo Longobardi al Casale. Tutti accompagnati da alcuni sostenitori e con un risvolto che rivela la tensione elettorale latente: anche se il gruppo di giovani che ha accompagnato il candidato della coalizione di sinistra è rimasto all'esterno della scuola, dove del resto si trovavano anche candidati del centrodestra, tra i quali il deputato di Forza Italia, Mauro D'Attis (era lì anche lui), a tutti sono stati chiesti i documenti.

La stessa cosa non è invece avvenuta (ci riferiamo al controllo dei documenti) quando è andato a votare il candidato del centrodestra Roberto Cavalera, accompagnato sino alla porta della sezione elettorale da sostenutori ed alcuni candidati, la cui presenza non è stata oggetto di contestazioni, nè di controlli. Si spera che le operazioni di voto proseguano con maggiore serenità.

Il deputato ci ha chiamato poco più tardi dicendo di non essere stato lui a chiedere l'intervento delle forze dell'ordine. Il controllo è stato effettuato da un carabiniere, uscito dal seggio elettorale, che avrebbe effettuato il controllo documenti alle persone presenti nei pressi della scuola, recandosi prima dal gruppo dei sostenitori di Rossi, poi di fronte alla scuola dove stazionavano gli esponenti del centrodestra, uno dei quali è stato il vero autore della protesta e non il parlamentare, come in un un primo momento era stato riferito da alcuni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Drastico calo dei votanti: a Brindisi alle 19 alle urne solo il 28,47 per cento

BrindisiReport è in caricamento