rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Politica

Bilancio: i revisori chiedono nuova documentazione. Il tempo stringe

Ai revisori dei conti serve ulteriore documentazione per esprimere un parere sulla seconda bozza del bilancio consuntivo 2013, approvata due settimane fa dalla giunta. Il nodo focale è il noto disallineamento di 4 milioni di euro fra i crediti che venivano rivendicati dalla Multiservizi e i debiti con la società partecipata che venivano invece riconosciuti dalla stessa amministrazione comunale

BRINDISI – Ai revisori dei conti serve ulteriore documentazione per esprimere un parere sulla seconda bozza del bilancio consuntivo 2013, approvata due settimane fa dalla giunta. Il nodo focale è il noto disallineamento di 4 milioni di euro fra i crediti che venivano rivendicati dalla Multiservizi (pari a 5 milioni di euro) e i debiti con la società partecipata che venivano invece riconosciuti dalla stessa amministrazione comunale (pari ad appena un milione di euro).

Nelle ultime 48 ore, il collegio ha chiesto le dichiarazioni integrative dei sindaci revisori di Bms e di alcuni dirigenti comunali su alcune questioni sollevate dal collegio, per poter chiudere il cerchio. Ma i tempi stringono. Se il rendiconto non verrà approvato dal consiglio comunale entro lunedì 30 giugno, arriverà un commissario ad acta. La questione, quindi, ruota in buona parte intorno al fragile equilibrio fra il bilancio della Multiservizi e quello del Comune, socio unico della partecipata.

Il Comune, nelle vesti di socio unico di Bms, ha eliminato lo squilibrio fra i due bilanci, annullando fatture attestanti crediti non più esigibili maturati con l’amministrazione comunale (con sé stesso insomma) nell’esercizio 2012. E nella giornata di martedì, alla luce dello sfoltimento dei residui attivi deciso dal socio unico Comune, è stato approvato il bilancio 2012 della Multiservizi, con un saldo negativo superiore ai 3 milioni di euro.

Tale perdita confluirà nel bilancio di previsione 2014 e dovrà essere necessariamente ripianata con una delibera del consiglio comunale. Sullo sfondo, quindi, comincia ad aleggiare lo spettro della liquidazione: procedura che scatterebbe automaticamente nel caso in cui, dal 2017 a ritroso, gli ultimi quattro bilanci della società dovessero chiudersi in negativo. E parallelamente, come scritto in un precedente articolo, il Comune ha intrapreso un’azione di responsabilità civile nei confronti dell’ex amministratore di Bms, Rino Contardi, che presenterà le sue controdeduzioni.

Tornando alla partita fra il Comune e i revisori, nella serata odierna era previsto un nuovo incontro per l’acquisizione delle dichiarazioni integrative sulla questione Mutiservizi. Giovedì, alle ore 17, si riunirà la commissione Bilancio. Il giorno successivo, a mezzogiorno, è prevista invece una seduta della conferenza dei capigruppo. Le prossime 48 ore, insomma, saranno decisive.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio: i revisori chiedono nuova documentazione. Il tempo stringe

BrindisiReport è in caricamento