rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica

Campo d'atletica nel degrado: "Si colga l'opportunità del bando regionale"

Intervento di Maria Greco dell'associazione Brindisi in alto sullo stato di degrado in cui versa il campo scuola Montanile

Riceviamo e pubblichiamo una nota dell’associazione “Brindisi in alto” a firma di Maria Greco, assessore allo Sport nella giunta Carluccio, riguardo al vergognoso stato di degrado in cui versa il campo scuola Montanile situato in contrada Masseriola, come denunciato dal presidente del comitato provinciale della Fidal, Giancosimo Pagliara, attraverso una lettera in cui si annuncia che l’impianto non potrà ospitare eventi sportivi.

L’Associazione Brindisi In Alto ribadisce con forza e spirito propositivo l’impellente necessità di un deciso intervento comunale che si faccia carico della ristrutturazione e dell’ammodernamento dell’ormai fatiscente Campo Scuola di Atletica Leggera di Contrada Masseriola.

La denuncia della Fidal

Da anni la struttura è drammaticamente fuori controllo, priva dei requisiti minimi di sicurezza e igiene necessari per ogni tipo di omologazione agonistica, nazionale ed europea. Manca l’acqua calda nelle docce degli spogliatoi; manca ormai anche il contratto di fornitura di energia elettrica, obbligando d’inverno i nostri ragazzi a sedute di allenamento ridotte ed eccessivamente a ridosso delle ore scolastiche.

Come tutti i brindisini sanno bene - sia coloro che praticano molteplici attività sportive, sia i tantissimi cittadini animati da un sano “animo sportivo” e da un profondo senso civico di appartenenza alla nostra meravigliosa città - si tratta di un impianto che negli anni Ottanta ha costituito un punto di eccellenza ed orgoglio del nostro territorio, ospitando manifestazioni ed atleti di valore mondiale, fra cui l’immenso Pietro Mennea.  

Il 5 marzo prossimo scadrà un importante bando regionale di 100 mila euro, suddivisi in 75 mila euro di finanziamento regionale e 25 mila euro a carico del comune. Si tratta di un’opportunità unica e difficilmente ripresentabile, da cogliere con determinazione anche attraverso un generoso gioco di squadra fra le istituzioni comunali e l’imprenditoria locale. A tal fine, è da tempo in atto un fitto dialogo fra i dirigenti comunali, la Fidal (Federazione Italia di Atletica Leggera) e Brindisi In Alto nella persona della prof.ssa Maria Greco, già Assessore allo Sport e Organizzazione Scolastica e da sempre voce competente e sensibile in merito alla valorizzazione dell’impiantistica sportiva cittadina.

Per il benessere di una città e dei suoi cittadini contano sempre e solo i fatti. Brindisi In Alto è nata e opera con questo spirito di servizio, con entusiasmo ed una continua ricerca di soluzioni positive verso le cose da fare. L’appello è lanciato a tutti. L’augurio è che venga al più presto raccolto.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campo d'atletica nel degrado: "Si colga l'opportunità del bando regionale"

BrindisiReport è in caricamento