Politica Carovigno

Carovigno: Mele non si ricandida. "Cedo il passo a Massimo Lanzilotti"

Dopo aver dovuto rompere l'alleanza col Pd a seguito del veto posto da Michele Emiliano, Mimmo Mele, sindaco uscente di Carovigno, non si candiderà per la rielezione. Sarà Massimo Lanzillotti il candidato sindaco delle liste civiche supportate da Mele. "Per favorire l´unità della coalizione - afferma Mele - ritiro la mia candidatura e cedo il passo"

BRINDISI – Dopo aver dovuto rompere l’alleanza col Pd a seguito del veto posto da Michele Emiliano, Mimmo Mele, sindaco uscente di Carovigno, non si candiderà per la rielezione. Sarà Massimo Lanzillotti il candidato sindaco delle liste civiche supportate da Mele.  “Per favorire l´unità della coalizione  - afferma Mele - ritiro la mia candidatura e cedo il passo a una persona dalle indubbie capacita´ umane e professionali” .

“Ringrazio il sindaco uscente  - afferma Lanzilotti - per aver riposto totale fiducia nei miei confronti. Per l´ ennesima volta Mimmo si  è dimostrato un uomo di grande spessore umano e politico, un uomo maturo, aperto e consapevole che ha messo al primo posto il bene di Carovigno, scegliendo di fare un passo tanto importante”. 

Massimo Lanzilotti ha 34 anni, si è laureato nel 2004 in Economia Aziendale con specializzazione in Finanza Aziendale, presso l´Universita` L. Bocconi di Milano. E´ un giovane professionista, dottore commercialista e revisore contabile, esperto in analisi bancarie, alla guida dello studio di consulenza LMLab.

Nel 2013 candidato consigliere comunale col Movimento Schittulli, ora accetta la candidatura a primo cittadino con consapevolezza e determinazione.
 “A 24 anni - prosegue Lanzillotti – mi  sono laureato e ho subito deciso di tornare a Carovigno, nella mia città. La mia è l`età di mezzo, quella della consapevolezza e della maturità ma anche della grinta e dell´entusiasmo per continuare a sognare e intraprendere nuovi progetti”.

“L´obiettivo della mia candidatura – coclude Lanzilotti – è aggregare tutte le forze positive della città e dare seguito a tutto ciò che di buono è stato fatto dall’amministrazione uscente negli ultimo 19 mesi”. 

“A tutti i miei concittadini, a tutti coloro che vogliono il bene della citta` dico di unire le forze, compattarci, per ripartire dal futuro, dal futuro della nostra citta`”.  

IL CENTRODESTRA SI PRESENTA CON PIU' LISTE - I candidato del centrodestra, Giuseppe Elia Brandi, attraverso una nota rende noto che a seguito di un vertice di coalizione svoltosi in mattinata afferma: "Al fine di mantenere fede al percorso fondato su innovazione, discontinuità amministrativa e pari opportunità per tutti i candidati appartenenti alla compagine e per i movimenti che intenderanno aggiungersi , si è deciso di creare più liste composte da nuove forze provenienti dalla società civile, dall'associazionismo e dalle libere professioni. In questo modo, tutti i partecipanti alla sfida elettorale, godranno della garanzia di poter essere eletti e di poter portare il loro contributo concreto alla prossima amministrazione".

"Una sola lista  - prosegue Brandi - sarà dedicata ai cosiddetti saggi (ex amministratori e politici) che apporteranno la loro forza elettorale,soprattutto allo scopo di spingere il gruppo. Con tale decisione, di aprire gli eventuali ruoli amministrativi ai politici emergenti, vogliamo ribadire alla popolazione la direzione di tangibile cambiamento e trasparenza in cui va il nostro progetto politico amministrativo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carovigno: Mele non si ricandida. "Cedo il passo a Massimo Lanzilotti"

BrindisiReport è in caricamento