menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Elefante

Antonio Elefante

"Casilli non piace al Pd di Brindisi"

BRINDISI – Il segretario cittadino del Pd, Antonio Elefante, non condivide la proposta di nomina a segretario generale dell’Autorità Portuale di Brindisi di Cosimo Casilli, anche se appartiene al suo stesso partito. Lo fa sapere stasera dopo avere appreso la notizia, e dice che anche il sindaco non era informato.

BRINDISI - Il segretario cittadino del Pd, Antonio Elefante, non condivide la proposta di nomina a segretario generale dell'Autorità Portuale di Brindisi di Cosimo Casilli, anche se appartiene al suo stesso partito. Lo fa sapere stasera dopo avere appreso la notizia."Nulla contro la persona, sicuramente competente nel proprio ambito professionale, ma la città di Brindisi - ancora una volta - deve sopportare e sottostare a scelte che vanno nella direzione opposta rispetto a quella giusta per ridare slancio ad una risorsa storica quale è il suo porto", dice Elefante.

La posizione del segretario cittadino del Pd sarebbe quindi opposta, di fatto, a quella che le voci attribuiscono invece al sindaco Mimmo Consales, che sarebbe invece favorevole alla nomina piovuta da Roma (non è un mistero che Casilli sia vicino alla corrente centrista del partito). Ma Antonio Elefante aggiunge che "da segretario del Pd della città sinceramente penso che - laddove dovesse essere confermato anche il benestare della politica rispetto a questo tipo di scelta - l'indignazione verso questo modo vecchio di gestire le cose, abbia raggiunto livelli insopportabili perché insopportabile è l'arroganza nel decidere non per meriti e competenze, ma per presunti colori politici".

Il segretario del Pd brindisino fa sapere anche di parlare a nome del partito della città e dichiara che il sindaco non c'entra con questa proposta: "Noi del Pd di Brindisi ci opponiamo a questo tipo di scelta che riteniamo sbagliata e incomprensibile e posso affermare che, il sindaco Consales non è stato messo a conoscenza di tale decisione. Il Pd di Brindisi è convinto che merito e competenze siano parametri da imporre come modello ed esempio e in questa città non credo che tali virtù manchino".

Quindi per Elefante bisogna guardare altrove, nelle risorse umane e nelle professionalità che la città offre nel campo della portualità, e non pescare invece nelle liste di attesa dei "nominati": "Il porto di Brindisi in questi anni ha visto perdere nel tempo la propria capacità economica fino a perdere la propria anima. Non si riesce a comprendere come un presidente - che ancora nulla ha dimostrato - al solo scopo di raggiungere quanto prima un bilancio approvato, proponga un politico - anche se del mio partito- che non risulta avere competenza nel settore; tra l'altro in una città , Brindisi, invidiata e storicamente ammirata per le sue tradizioni marittime"

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento