menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'aula del Consiglio comunale di Brindisi

L'aula del Consiglio comunale di Brindisi

In corsa per un posto in Consiglio comunale: la carica degli ex tra volti nuovi

Energie per l’Italia chiede ai vertici regionali di ricompattare il centrodestra. I giovani di Ora tocca presenti con una lista a sostegno di Rossi

BRINDISI – Santini in navigazione su Facebook, prima ancora che in circolazione nelle cassette della posta o sui tergicristallo delle auto. E’ la campagna elettorale imposta dai tempi moderni, molto social, a colpi di post e hastag. Una tempesta di volti, con appelli agli elettori, che ha invaso il social network più usato facendo venire a galla molti, moltissimi ex. A dispetto del famoso cambiamento rivendicato da più parti in corsa per un posto nell'aula del Consiglio cominale di Brindisi ci sono ex inquilini del Palazzo. Si rivedono ex consiglieri ed ex assessori, determinati a ritornare: chi dopo 12 mesi, chi dopo più di qualche anno di assenza. Pochi i volti nuovi, di brindisini assolutamente sconosciuti.

comune di Brindisi-2

La campagna social

BrindisiReport ha dato un’occhiata al social per un’anteprima delle liste con i rispettivi candidati consiglieri comunali, in attesa dell’ufficialità. L’ultimo giorno utile per la presentazione delle liste è sabato 12 maggio, ore 12, presso la segretaria generale del Comune di Brindisi. L’ufficio sarà aperto dal giorno precedente, venerdì 11, dalle 8 sino alle 20. A Palazzo di città sono già pronti per gli straordinari in chiave elettorale. Per le certificazioni elettorali, necessarie alla presentazione delle liste, l’ufficio elettorale, presso la ripartizione anagrafe, sarà aperto da lunedì 7 maggio a giovedì 10 maggio 2018, dalle 14.30 alle 18. E ancora: venerdì 11 dalle 8 alle 20.00 e sabato 12 maggio 2018: dalle 8 alle 12. Via alla corsa. Giorni frenetici per tutte le coalizioni, impegnate nelle definizioni delle ultime candidature.

Cinque candidati sindaci – in ordine alfabetico - Roberto Cavalera espressione del centrodestra, Massimo Ciullo per la destra, Ferruccio Di Noi per Impegno sociale, Riccardo Rossi per il centrosinistra e Gianluca Serra per il movimento CinqueStelle. Oltre cinquecento candidati consiglieri comunali, la maggior parte dei quali ex. Molti con diverse esperienze politiche alle spalle: difficile ricordare i passaggi da un partito all’altro. In questo magma di corridori, di liste e movimenti, spunta Energie per l’Italia di Stefano Parisi, a Brindisi rappresentato da Laurino Rubino il quale, last minute, rivolge un appello ai vertici regionali di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega con Salvini, per ricompattare lo schieramento. Quel gruppo che, nonostante tutto, regge a livello nazionale con l’accordo Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini.

L'appello last minute

“Gli elettori non comprendono quanto sta accadendo a Brindisi, una assurda situazione che va in totale controtendenza rispetto al quadro Nazionale”, ha scritto Rubino. “Se si voterà a luglio sarà davvero complicato spiegare ai Brindisini il perché si va divisi alle elezioni comunali e poi a stretto giro si va uniti alle politiche.   
Forse è il momento che “ragazzini” che hanno determinato questo disastro, vengano messi da parte e che la situazione venga affrontata da Vitali (Forza Italia), Marti (Lega) e da Congedo (Fratelli d’Italia)”. I tre raccoglieranno l’invito? Sembra impossibile, vista la guerra in atto.

elezioni-2

Gli ex di Palazzo di città

Al momento è certo il ritorno come candidato dell’ex assessore all’Urbanistica Pasquale Luperti, dei Coerenti, ex Impegno sociale e prima ancora Pd. Corre per sostenere Cavalera, assieme l’ex collega della Giunta di centrosinistra di Mimmo Consales, Carmela Lo Martire, all’epoca titolare della delega al Bilancio scelta come tecnico, ora in lista in Brindisi Popolare. Qui ci sarà anche Teodoro Pierri, il coordinatore cittadino di Alternativa popolare. La lista Brindisi popolare nasce dall’unione tra Ap e Coerenti. Certo il ritorno di Marika Rollo, ex assessore ai Servizi sociali con Consales, ex Pd. Ritorna l’ex assessore Raffaele De Maria, alle attività produttive nella Giunta Carluccio (dopo un rimpasto), la volta scorsa espressione dei Cor, il movimento dei fittiani, ora con Brindisi in Alto, la lista civica di Nando Marino, l’imprenditore già candidato sindaco che non sarà ricandidato. De Maria, quindi, ha preso le distanze dai fittiani adesso diventati Noi con l’Italia, sostenitori della destra di Massimo Ciullo, lasciando gli ormai ex colleghi Marina Miggiano e Cosimo Laguercia, anche loro ex componenti della Giunta. Miggiano e Laguercia sono ricandidati nella lista Noi con l’Italia, dove non ci sarà Pietro Guadalupi, ex presidente del Consiglio, recordman della preferenza in occasione delle amministrative dell’anno scorso. Fra tanti ex, spunta Adriano Dagnello, al suo primo impegno politico: ha scelto la lista Noi con l’Italia. Qui anche Luca Volpe e Consiglia, detta Tilde, Tau

Ci riprova  Giuseppe De Maria, già assessore con Consales, nella lista Brindisi popolare, nella quale ci saranno anche Cosimo Elmo, ex assessore ai Lavori Pubblici e Pietro Santoro, ex consigliere comunale e già coordinatore cittadino di Forza Italia. Ritenta Maria Greco, titolare della delega allo sport nella Giunta centrista di Angela Carluccio. Greco è candidata nella lista Brindisi in Alto, dove ci sono Silvia D'Aprile, candidata con Marino anche 12 mesi fa e Giuseppe Tramacera, alla sua prima candidatura come Gianluca Scivales. L’ex prima sindaco donna di Brindisi, non sarà in pista, ma sosterrà comunque la lista di Fratelli d’Italia, abbandonata da Nicola Frugis, l’ex presidente della Provincia, ricandidato con Brindisi in Alto assieme a un altro ex di Forza Italia, Angelo Rizziello, già presidente del Consiglio nel periodo dell’Amministrazione di Domenico Mennitti. Novità nella lista è Rita Dell'Erba, ex Fratelli d'Italia. In Fi è candidata Livia Antonucci, già consigliere comunale, ex An. A quanto pare resta in seconda fila, quindi, non dovrebbe essere ricandidato Paolo Chiantera, l’ex vice sindaco di Mennitti, fermo restando l’impegno alle elezioni del 10 giugno in favore di Roberto Cavalera.

comune di Brindisi bis-2

Ex, volto noto del panorama politico locale, è Luigi De Michele, ex presidente della Provincia di Brindisi, dal cuore socialista: ritorna in campo e correrà in direzione di Palazzo di città per conquistare uno scranno in Assise, nella lista di Brindisi popolare. Il figlio, Cosimo, avvocato, coordinatore provinciale di Ap, invece, non sarà candidato. De Michele spera di strappare voti nella sua frazione, quella di Tuturano, non essendoci più la presenza ingombrante di Pietro Guadalupi.

Con Cavalera sindaco ci sono, inoltre, gli aspiranti consiglieri comunali Gianluca Quarta, ex Brindisi in Alto, ex centrista, nonché Michele Di Donna, ex fittiano per i quali è stato assessore alla Programmazione economica con Carluccio sindaca ed ex Fli.  Entrambi hanno scelto Forza Italia, il partito nel quale si ricandida Giuseppe Guadalupi. Confermata l’intesa con il notaio Michele Errico, già garante dell’Amministrazione di Angela Carluccio, salvo poi, prenderne le distanze: il suo movimento chiamato Brindisi virtuosa contribuirà ad alimentare la lista Udc. Non è ancora chiaro se a candidarsi sarà direttamente Errico o se il posto in lista sia per Damiano Mevoli, ex Pd. Per il notaio potrebbe esserci un posto in Giunta, nel caso di vittoria dello schieramento. Ovviamente vox populi. In questa lista, nella quale il nome di  Brindisi virtuosa compare sullo scudo crociato della Libertas, per l’Udc, rispunta Salvatore, detto Rino, Giannace, già consigliere comunale. Con lui si rivede Antonio Monetti, ex Pd, già assessore all’Ecologia nella giunta Consales. Non è, invece, ancora chiaro se l’ex Pd Luciano Loiacono, già presidente del Consiglio, sarà della partita e con chi, dopo essere confluito nel movimento Brindisi democratica. Punto interrogativo anche su Damiano Flores e Luigi Sergi: il primo lasciò il Pd per sostenere l’Amministrazione Carluccio, l’altro sostenne sino alla fine il governo Consales. Le ultime indiscrezioni riportano uno stop per i tre. Non si candida Raffaele Iaia, coordinatore cittadino dell'Udc, impegnato nella composizione della lista.

Sempre nel centrodestra, ha deciso di ricandidarsi il consigliere comunale uscente Giampiero Epifani: è nella lista Idea del coordinatore cittadino Giovanni Ribezzo, ex amministratore unico della partecipata Energeko. La lista raccoglierà esponenti della civica Brindisi prima di tutto, affidata da Marcello Rollo e Claudio Niccoli, e di Noi Centro, il movimento creato anni fa da Massimo Ferrarese, rappresentato a Brindisi da Toni Muccio. Quest’ultimo ha preso le distanze dalla tornata elettorale, lasciando libertà di scelta. Scelta di diverso segno ha portato Massimiliano Oggiano, ex consigliere comunale, e Andrea Gaballo a lasciare la coalizione e a dimettersi da Forza Italia per sostenere Ciullo. Non escludono di candidarsi. Dove? Potrebbe esserci la lista Periferia, corrispondente all'associazione di Oggiano, il cui coordinatore cittadino è Carlo Gabrieli. Potrebbe decidere di candidarsi Cesare Mevoli, attuale coordinatore regionale del Movimento per la sovranità nazionale, già assessore all'Ecologia nella giunta Mennitti. Stesso discorso per Giovanni Signore, coordinatore cittadino della Lega con Salvini.

Seggi Brindisi - Elezioni politiche 4 marzo 2018 (6)-2

Volti nuovi

Vento di novità si respira guardando al Partito repubblicano, lista nella quale ci sono Gabriele Antonino a sostegno di Cavalera. Pri anche per Marco Colonghi, Lorenza Maggio, Annapaola Conoci, Luca Carbone, Roberta Dellegrottaglie, Rosanna Tanzarella, Maria Quatraro, Lorella Fella, Andrea Marseglia, Dino Leonardo Graziano, Annarita Crudo, Ezio Nimis, Vincenza Passaseo e Diego Perrone. Mai sentiti prima. Perfetti sconosciuti, in altre parole. Pri anche per Luciano Saponaro mentre Ercole Saponaro, sindacalista ex Ugl, ora Confial, corre per sostenere Ciullo. Non c’è alcuna parentela fra i due.

L’altro Saponaro, fratello di Luciano, Cristian, espressione di Liberi e Uguali, non dovrebbe essere inserito nella lista che fa parte della coalizione di Riccardo Rossi. Leu è, da qualche mese, la casa politica dell'ex assessore e vince sindaco Salvatore Brigante, ex Pd, che questa volta non sarà in campo. Con l’ingegnere Rossi si rivede Giuseppe Cellie, consigliere comunale la volta scorsa per la prima volta, in Brindisi Bene Comune.  Nella stessa lista debuttano in politica Mauro Masiello, penalista, figlio dell’ex sindaco Ennio, e Domenico Turrisi. Per il Partito democratico, c'è l'avvocato Rubina Ruggiero, già candidata alle politiche, e ritorna Antonio Elefante, ex consigliere comunale, nonché ex segretario cittadino del Pd, dalle cui dimissioni derivò il commissariamento che portò in città Sandra Antonica. Nel Partito democratico c’è il volto nuovo Sebastiano Rodio e c'è  Giampaolo D’Onofrio ex di Impegno sociale, lista che ha deciso di partecipare da sola, con l’avvocato Ferruccio Di Noi come candidato sindaco di Brindisi. Per Impegno sociale, prova l'avvocato Osvaldo Calogiuri. Con Brindisi Bene Comune c'è Giovanni Pica, debuttante. 

Nel Pd un volto nuovo è quello di Nadia Fanigliulo. Nuovo anche Alessio Carbonella, Maurizio Pesari invece è stato presidente della circoscrizione Centro, Teresa Biasco, Maristella Matrogiovanni, Virginia Boccuni e Gaetano Donno. Volto femminile che costituisce una novità anche quello della giovanissima Noemi Chianura con Ciullo sindaco nella lista della Lega, assieme ad Alessandro Tateo,  a Laura Vitali e a Gianluca Alparone. L’avvocato Ciullo  può contare sulla lista nata dalla sintesi tra Movimento più 39 e Fratelli d’Italia: qui ci sono Leandro Occhilupo, per la prima volta candidato, la pari di Gianluca Chiriacò, Rosa Colucci, Sergio Argentieri, Giusi Stanisci, Patrizio Polmone, Sabrina De Punzio, Cristina Ferri, Lucia Costantini. E ancora: Simone Caputo, Roberto Aprile, Massimiliano De Noia, Giovanni Perugino, Loredana Siccardi, Gianluca Lobuono, Antonio Fasiello, Riccardo Di Tano.

Consiglio comunale Brindisi-2

Volti nuovi, stando alle prima candidature ufficiali rese note su Fb, ci sono i fittiani di Noi con l'Italia: Fabio Lubelli, Riccardo Congedo, Maria Marina Mela, Paola Russo, Daniele Gorgoni, Filadelgio De Cagna, Serena Aquino, Marika Macchia, Teodoro Siciliano, Alessio Strabace,  Andrea Mecca, Gina Lazzoi, Gloria Spedicato, Teresa Daniele, Monica Romano, Daniela Garrapa. Nella lista Antonio Naccarato, ex presidente della circoscrizione Bozzano-La Rosa e Pietro Siliberto, ex consigliere comunale.

Nome inedito per la politica è quello di Michelangelo Greco, aspirante consigliere comunale, candidato in Brindisi Popolare. Nome molto conosciuto in ambito portuale, essendo componente del comitato, dove più volte ha fatto sentire la propria voce. Sua collega di lista è Francesca Cafarella che ha tentato la corsa la volta passata nella lista civica nata per Nando Marino sindaco. Dalla parte opposta, nel centrodestra, come candidato in Forza Italia, altri due avvocati debuttanti: Alessandra Cuppone, civilista, e Cosimo detto Luca Leoci, penalista. E' fratello di Fabio Leoci, escluso dalla corsa come aspirante sindaco per il Movimento CinqueStelle. Lo staff, alla fine, ha certificato Gianluca Serra. Dei “grillini” poco si sa. Nulla trapela su Facebook. Bisogna aspettare per saperne di più. Si sa che gli attivisti non sono arrivati uniti, visto che c’erano due liste.

I giovani

Saranno tutti nomi nuovi, nuovissimi, quelli degli aspiranti consiglieri comunali della lista Ora tocca noi, a sostegno di Riccardo Rossi: per aderire al progetto di partecipazione politica dei giovani, l’appuntamento è nella sede di via Remo 17B, rione Commenda, mercoledì 9 maggio, dalle 15,30 alle 20. L'appello agli "autpgrafi" è stato lanciato su Facebook, dove il gruppo è approdato con una propria pagina il cui nome coincide con quello scelto per la lista. Sarà la più giovane di tutte. Una lista risultato di incontri avviati solo nelle settimane scorse.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento