menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aspiranti iscritti in attesa davanti alla federazione Pd di via Osanna

Aspiranti iscritti in attesa davanti alla federazione Pd di via Osanna

Pd, troppi aspiranti iscritti: la federazione dichiara esaurite le tessere

Nervosismo stasera in via Osanna, sede della federazione provinciale del Pd, “prestata” al partito della città, senza più sede e commissariato dal segretario regionale, nonché governatore della Puglia, Michele Emiliano. Ciò che temeva la commissaria inviata a Brindisi a prendere le redini del partito, diviso tra gli osservanti della linea regionale e quelli attestati in difesa del gruppo che fa capo al sindaco (sempre in vigore la sua autosospensione) e all’assessore all’Urbanistica, Pasquale Luperti, è accaduto

BRINDISI – Nervosismo stasera in via Osanna, sede della federazione provinciale del Pd, “prestata” al partito della città, senza più sede e commissariato dal segretario regionale, nonché governatore della Puglia, Michele Emiliano. Ciò che temeva la commissaria inviata a Brindisi a prendere le redini del partito, diviso tra gli osservanti della linea regionale e quelli attestati in difesa del gruppo che fa capo al sindaco (sempre in vigore la sua autosospensione) e all’assessore all’Urbanistica, Pasquale Luperti, è accaduto. Una lunga sequenza di richieste di adesione che in pochissimi giorni hanno fatto registrare, si dice, già duecento tesserati.

Vale la pena ricordare che gli iscritti al Pd  a Brindisi erano crollati dai 1.023 del 2013,  ai 262 del 2014. Il tesseramento 2015 è stato aperto il 9 dicembre. Quindi un andamento insolito, quello delle iscrizioni di questi giorni. Tanto che stasera è successo che in federazione hanno dichiarato la sospensione del rilascio delle tessere per esaurimento delle stesse. A giudicare dal disappunto manifestato dall’assessore Luperti, che seguiva sul posto lo svolgimento delle iscrizioni, alla storia del provvisorio sold out non ci crede molto. Anzi, per niente.

E’ possibile che sia arrivato un ordine dalla commissaria Sandra Antonica a bloccare tutto, invece, per afflusso sospetto di richiedenti l’iscrizione al Pd di Brindisi? Insomma, che la lunga teoria di tesserati di questi giorni altro non siano che truppe cammellate di Consales e Luperti, nei confronti dei quali è in corso una prova di forza che vede da un lato le segreterie regionale e provinciale, e dall’altro il primo cittadino, l’assessore, il capogruppo consiliare ed altri ancora?

Sono parole che non si possono pronunciare a voce alta, ma solo in camera caritatis, alla stregua di qualsiasi altra illazione. Il braccio di ferro però esiste, e tutto desidera la commissaria tranne che una partita condotta con la conta delle tessere, che sprofonderebbe il partito di Brindisi in una condizione da più parti denunciata, piuttosto che con un confronto politico.

A Consales, recentemente, in un faccia a faccia a Bari, il segretario regionale Michele Emiliano ha chiesto l’azzeramento dell’intera giunta comunale di Brindisi, per rifondare una azione amministrativa assai criticata, come assai criticato è il proselitismo a maglie molto larghe di consiglieri per tenere in piedi la maggioranza. Ma il sindaco non sembra affatto intenzionato ad obbedire, e lo si capisce dai recenti patti per acquisire voti in consiglio comunale.

Nemico giurato viene considerato, poi, da Consales e Luperti, l’ex segretario cittadino Antonio Elefante, che in consiglio ha assunto una posizione autonoma rispetto alla giunta e al gruppo, e che anzi diserta le sedute in maniera plateale. Come risponderà Luperti alla sfida delle tessere? Reagirà o si adeguerà alle disposizioni di Sandra Antonica? Comunque sia, stasera le tessere ufficialmente sono andate esaurite. Come e quando riprenderà il tesseramento lo sapremo nei prossimi giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

social

Festa della mamma: quando si festeggia e perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento