Sui voli a Grottaglie si spacca Forza Italia: Vitali bacchetta i brindisini

"Ben venga l'apertura ai voli di linea per l'aeroporto ‘Arlotta’ di Grottaglie se lo stanziamento di 7 milioni di euro disposto dalla Regione Puglia non è soltanto una marchetta pre-elettorale"

Luigi Vitali

BRINDISI – Qual è la posizione di Forza Italia sull’avvio di collegamenti passeggeri all’aeroporto Arlotta di Grottaglie? Non è chiaro: mentre il partito a Brindisi, coordinatrice cittadina, capogruppo e consigliere comunale protestano, a accusano il sindaco Riccardo Rossi di non muoversi per difendere il ruolo dell’aeroporto di Brindisi, il loro senatore Luigi Vitali da Francavilla Fontana, seggio che comprende anche una parte del Tarantino, afferma oggi l’esatto contrario.

"Ben venga l'apertura ai voli di linea per l'aeroporto ‘Arlotta’ di Grottaglie se lo stanziamento di 7 milioni di euro disposto dalla Regione Puglia non è soltanto una marchetta pre-elettorale" dice infatti il vicepresidente dei senatori di Forza Italia. "Mi sorprendono le proteste, anche di esponenti del mio partito, evidentemente più protese a difendere interessi di campanili invece di quelli della collettività tutta".

Il senatore va giù duro nei confronti degli esponenti brindisini del suo stesso partito (nel caso specifico, Ernestina Sicilia, Gianluca Quarta e Roberto Cavalera), e conclude che l’aeroporto di Brindisi non corre nessun rischio e quello di Grottaglie sopravvivrà se sarà capace di ritagliarsi frette di mercato".

Tace per ora Aeroporti di Puglia, anche se il 3 agosto alla presentazione del piano per Grottaglie erano presenti il vice presidente e il direttore tecnico dell’azienda pubblica. E’ invece proprio ad Aeroporti di Puglia la politica brindisina deve chiedere contezza e chiarimenti urgenti. Infatti il piano nella parte finale prevede, riguardo le opere infrastrutturali, lavori destinati proprio alla sosta di aeromobili, oltre la già conclusa la riqualificazione dell'hangar adiacente allo stabilimento della società Leonardo, per un importo pari a 5 milioni di euro.

“A settembre, invece partiranno i lavori del piazzale sosta aeromobili, consistenti nella riqualificazione di quello esistente e in un suo ampliamento. Si passerà infatti – si legge nella presentazione del piano - dagli attuali 17mila metri quadrati a 45mila, e saranno posizionati stalli per: due aeromobili B737/800 (classico aeromobile Ryanair, di apertura alare 36 metri); due aeromobili A320 (Alitalia, Eurowings, Wizzair, EasyJet, Turkish, di apertura alare 34 metri e un aeromobile B717 (Volotea di apertura alare 28 metri). I lavori, il cui ammontare è di circa 7 milioni di euro, riguardano anche il primo tronco della via di rullaggio, di sviluppo pari a 1500 metri, con funzione di collegamento tra il piazzale e la pista di volo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva smarrito la bici e scritto un biglietto per ritrovarla: la polizia gliene regala una nuova

  • La spiaggia libera? E' mia, e me la gestisco io

  • Dal cantiere alle campagne: arrestati i vertici dell'Anonima rifiuti

  • Spaventoso incidente sulla strada provinciale: due persone ferite

  • Cellino San Marco. Una nuova tenda pneumatica per la Croce Rossa di Puglia

  • Furti d'auto in trasferta: identificati e arrestati due brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento