rotate-mobile
Politica San Pietro Vernotico

Giunta Rizzo, opposizione perplessa: "Vigileremo su attività amministrativa"

Le nuove nomine assessorili e dirigenziali dell’amministrazione Rizzo non convincono alcuni gruppi di opposizione di San Pietro Vernotico

SAN PIETRO VERNOTICO – Le nuove nomine assessorili e dirigenziali dell’amministrazione Rizzo non convincono alcuni gruppi di opposizione di San Pietro Vernotico. Il movimento 5 Stelle, con candidato sindaco Cinzia Carrisi, consigliere di opposizione, e la lista civica “Per San Pietro” capeggiata da Totò Mariano, anch’esso candidato sindaco, in due comunicati stampa distinti, esprimono disappunto e perplessità su alcuni assessori e dirigenti scelti dal sindaco Pasquale Rizzo. Si tratta di figure che hanno già governato con l’amministrazione Rizzo dal 2010 al 2015. Secondo l’opposizione la linea scelta dal sindaco rappresenta una “continuità con il passato”. Un passato (amministrativo) che, ovviamente, le opposizioni non condividono. (nella foto in basso il primo cittadino con alcuni assessori e consiglieri)

Rizzo e i consiglieri 2018-2

“Nell'attesa che con i fatti sia dimostrato un diverso modo di fare politica, questa amministrazione non rappresenta una rottura con il passato, la svolta di cui il paese ha necessariamente bisogno. È invece espressione di continuità con quello che è stato e ne abbiamo sin da subito avuto la prova: nomine di dubbia legittimità ed altre di assoluta inopportunità politica”. Scrivono i 5stelle.Cinzia Carrisi-2

“Ci ritroviamo con gli stessi attori, protagonisti della vicenda di Fiscalità Locale e con la nomina di un assessore magari anche capace, ma di fuori paese che avrà la responsabilità di dirigere e progettare l’assetto urbanistico del paese, senza viverlo quotidianamente. Non da meno è la scelta della nomina del Segretario Comunale in forma part time in un ente già deficitario dal punto di vista del personale”.
“E’ la continuazione di ciò che è stato: nessuna progettualità e nessuna visione dell'ente comunale. Si va avanti con improvvisazione e soluzioni temporanee che non fanno altro che rimandare il problema”.

I 5stelle assicurano, pertanto vigilanza e massima attenzione sull’operato dell’amministrazione Rizzo . “Ci preme esortare l’amministrazione comunale a seguire le regolari procedure nell'affidamento dei lavori, semplicemente per evitare la prassi consolidata delle vecchie amministrazioni: affidamenti diretti e debiti fuori bilancio. La nostra vigilanza su questo sarà massima e qualora dovesse verificarsi ogni accadimento o provvedimento che presentasse elementi di dubbia legalità o legittimità, non esiteremo a segnalare agli organi competenti”.

salvatore totò mariano-2Come già accennato anche secondo la lista “Per San Pietro” espressione del Pd, che in consiglio comunale ha due rappresentanti, Totò Mariano e Piero Solazzo, la squadra scelta dal sindaco Rizzo, “che ripresenta gli stessi attori protagonisti dell’amministrazione che ha guidato il paese dal 2010 al 2015” è “inadeguata”.  Secondo questa fetta dell’opposizione si trascura di fatto “Il parere della Corte dei Conti dove evidenzia una mal gestione sulla fiscalità locale e di conseguenza il rischio di dissesto finanziario dell’ente. Questa organizzazione gestionale evidenzia un grave conflitto d’interessi che mal si concilia con una saggia ed oculata predisposizione al buon governo e all’imparzialità del suo operare”.

A garanzia di una maggiore vigilanza sull’operato dell’amministrazione Rizzo anche a nome dei principi di democrazia e trasparenza, la lista “Per San Pietro” chiede la diretta streaming del consiglio comunale.

“C’è bisogno che il consiglio comunale sia convocato più spesso rispetto agli anni precedenti, in quanto è fondamentale che oltre al naturale confronto tra la maggioranza e opposizione (dove quest’ultima rappresenta il 62 per cento degli elettori) ci sia il coinvolgimento dell’intera cittadinanza e in linea con il concetto di trasparenza e di processo democratico, lo streaming del consiglio comunale può essere uno strumento utile al coinvolgimento e all’informazione dei concittadini”.

Secondo i consiglieri di opposizione di Articolo 1 Alessandra Cursi (candidata sindaco) e Valentina Carella “Conflitto di interessi e alessandra cursi-2mancanza di trasparenza” sono le parole chiave di questa Amministrazione. Durante il primo Consiglio Comunale le due amministratrici hanno segnalato "una serie di irregolarità dell’Amministrazione Rizzo, che inficiano la trasparenza dell’attività amministrativa". Anch’esse assicurano vigilanza “ci auguriamo che nel prosieguo l’attività amministrativa assuma una direzione diversa, potendoci rimettere, ove così non fosse, solo i cittadini. Noi continueremo a vigilare svolgendo il nostro ruolo al massimo delle nostre possibilità e con tutte le difficoltà dovute alla totale chiusura della maggioranza, che ha ritenuto di non consegnare all’opposizione non solo il presidente del Consiglio, ma nemmeno il suo vice presidente, che come si sa, costituiscono organi di garanzia delle minoranze in seno al Consiglio”.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giunta Rizzo, opposizione perplessa: "Vigileremo su attività amministrativa"

BrindisiReport è in caricamento