rotate-mobile
Politica

I discorsi di Talucci e Consales

BRINDISI - In una festa patronale stravolta dal punto di vista logistico a causa dei lavori in corso lungo viale Regina Margherita, l'arcivescovo Rocco Talucci ed il sindaco Mimmo Consale provano a dare un'iniezione di fiducia alla città, senza dimenticare i momenti salienti dell'anno in corso. Entrambi hanno avuto un pensiero per Melissa Bassi e le ragazze ferite nell'attentato alla scuola Morvillo Falcone.

BRINDISI - In una festa patronale stravolta dal punto di vista logistico a causa dei lavori in corso lungo viale Regina Margherita, l'arcivescovo Rocco Talucci ed il sindaco Mimmo Consale provano a dare un'iniezione di fiducia alla città, senza dimenticare i momenti salienti dell'anno in corso. Entrambi hanno avuto un pensiero per Melissa Bassi e le ragazze ferite nell'attentato alla scuola Morvillo Falcone.

Poi Talucci ha rivolto un pensiero alla nuova amministrazione cittadina e al consiglio comunale: «In questa circostanza, che vede la consegna delle chiavi della città dalle mani del nuovo Sindaco nelle mani dei Santi Patroni, desideriamo rinnovare, all?intero Consiglio comunale, gli auguri di buon lavoro, e insieme ricordare che la consegna simbolica delle chiavi non è un gesto di rinuncia, ma la scelta di voler governare la città con la sensibilità e la testimonianza dei santi e con la concretezza e la solidarietà degli uomini che sentono nella coscienza il grido dei poveri, dei disoccupati e dei detenuti, le ansie e le speranze dei giovani, le preoccupazioni sociali ed educative delle famiglie. Anche la presenza di tanti nostri fratelli immigrati, accolti con la collaborazione di tutti, interpella la nostra coscienza civica per una soluzione adeguata, di maggiore stabilità».

L'arcivescovo ha parlato di Brindisi come «una città di pace, senza frontiere, ospitale, capace di attenzione all?uomo e ai suoi bisogni primari. Quando faremo camminare insieme carità e giustizia noi costruiremo una nuova e più vera civiltà».

Il sindaco, dopo aver ringraziato Talucci per tutto quello che ha fatto per la città e per aver portato a Brindisi il papa, ha fatto una breve panoramica delle problematiche locali, soffermandosi sulla questione dello sviluppo, e lanciando l'ennesimo messaggio ai grandi gruppi industriali: «Creare nuova occupazione non può giustificare scorciatoie praticate in un passato neanche troppo glorioso. Un salario a fine mese non potrà mai essere barattato con la salute dei cittadini e con la tutela del territorio. Nella gestione di questo fenomeno questo Sindaco e questa Amministrazione non accetteranno compromessi di alcun tipo perché la tolleranza può trasformarsi in una istigazione a delinquere e la sostenibilità può essere la chiave di ingresso per accordi poco nobili. Le grandi aziende saranno le benvenute nella nostra città, ma nella chiarezza dei ruoli e nella consapevolezza che non sarà mai sottoscritto alcun accordo finalizzato a bypassare limiti ambientali o a pulire la fedina penale di qualcuno».

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I discorsi di Talucci e Consales

BrindisiReport è in caricamento