menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il municipio di San Vito dei Normanni

Il municipio di San Vito dei Normanni

A San Vito cominciato il risanamento finanziario del Comune

Il consiglio comunale di San Vito dei Normanni con i soli voti della maggioranza di centrosinistra ha approvato il bilancio di previsione triennale 2016/2018. Uno dei dati che l'amministrazione comunale tiene a evidenziare è la graduale riduzione della spesa corrente

SAN VITO DEI NORMANNI - Il consiglio comunale di San Vito dei Normanni con i soli voti della maggioranza di centrosinistra ha approvato il bilancio di previsione triennale 2016/2018. Uno dei dati che l'amministrazione comunale tiene a evidenziare è la graduale riduzione della spesa corrente e, contemporaneamente, il graduale aumento dell’attività di recupero dell’evasione, che è ritenuto un obiettivo strategico per risanare le finanze pubbliche.

“Non era semplice far quadrare i conti continuando a garantire tutti i servizi ritenuti importanti per la comunità, senza aumentare l’imposizione fiscale (l’unico aumento, di 86.000 euro per la Tari, è dovuto all’adeguamento dei costi di servizio, che devono essere totalmente coperti dalla tassa)", dice il sindaco Domenico Conte. "E tutto ciò in presenza delle sanzioni imposte per lo sforamento del patto di stabilità avvenuto nello scorso esercizio. È per questo che sono orgoglioso della mia giunta e del lavoro che si sta portando avanti”.

Conte elenca gli obiettivi raggiunti nel primo anno di amministrazione dopo venti di aministrazioni di centrodestra. Il sindaco pone l’attenzione sugli interventi in materia di servizi sociali come il bando di gara per l’appalto del servizio di asilo nido comunale, l’avviso pubblico per la gestione del centro socio-educativo e riabilitativo per disabili, i cantieri di cittadinanza per il verde pubblico e le manutenzioni, il reddito di dignità, e su quelli nel settore scolastico con lo sblocco delle procedure di finanziamento per i lavori nei plessi “Madre Teresa di Calcutta” e “Collodi” e quelle per il completamento della palestra del Liceo scientifico Leonardo Leo.

Ci sono poi i finanziamenti ottenuti per il restauro e la valorizzazione della cripta di San Biagio, per il castello d’Alceste, per il Laboratorio Urbano ExFadda; ed ancora, l’avvio di alcune attività commerciali presso il mercato del rione San Vincenzo, l’accordo per un miglior servizio di illuminazione nelle strade extraurbane e nelle contrade, la realizzazione di nuovi loculi presso il cimitero.

“A breve ufficializzeremo la manifestazione d’interesse per la gestione di masseria Scannatizzi e, grazie al protocollo d’intesa di recente sottoscritto con la Prefettura, il bando - conclude Conte - per l’utilizzo dei beni confiscati alla criminalità. Non vogliamo appenderci medaglie al petto ma desideriamo che i cittadini sappiano che, nonostante le enormi difficoltà, stiamo lavorando e lo stiamo facendo nell’interesse della collettività”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento