Oggiano: "Il sindaco faccia chiarezza sull'emergenza sanitaria"

Il consigliere comunale di Fdi pone una serie di domande sui dati dei ricoveri e dei contagi in città

BRINDISI - Il consigliere comunale Massimiliano Oggiano (Fratelli d’Italia) chiede al sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, trasparenza sui dati dell’emergenza epidemiologica che affligge la città di Brindisi.

Lo fa attraverso una interrogazione urgente con richiesta di risposta scritta. Queste le domande poste da Oggiano al primo cittadino: alla data del 29 ottobre quanti sono i ricoverati da covid 19 della città di Brindisi presso l’ospedale Perrino di Brindisi; alla data del 29 ottobre quanti sono i ricoverati da covid 19 in terapia intensiva della città di Brindisi presso l’ospedale Perrino di Brindisi; alla data del 29 ottobre quanti sono gli asintomatici da covid 19 della città di Brindisi in isolamento domiciliare; alla data del 29 ottobre quanti sono i positivi da covid 19 con sintomi lievi della città di Brindisi in isolamento domiciliare; quanti tamponi sono stati effettuati il 29 ottobre; se nel totale  dei tamponi effettuati e risultati positivi al covid 19 vengono ricompresi i secondi tamponi  di controllo; quanti sono realmente i posti attivi di terapia intensiva presso l’ospedale Perrino di Brindisi; quante  Usca (unità speciali di continuità assistenziale) sono previste a Brindisi. 

Come lo stesso Oggiano ricorda nell’interrogazione, il primo cittadino nella giornata di mercoledì (28 ottobre), al termine di una riunione in videoconferenza fra il direttore generale dell’Asl Brindisi e tutti i sindaci della provincia, aveva riferito che nel capoluogo si registravano 110 persone positive, che a giorni sarebbero state attivate le Usca (team di medici e infermieri che prestano assistenza domiciliare ai pazienti Covid) e che il modulo esterno di rianimazione dell’ospedale Perrino, riservato esclusivamente ai casi Covid, era entrato in funzione. Ma il consigliere d’opposizione chiede dati più specifici. 

"Il sindaco - si legge in una nota di Oggiano - continua a dare i numeri ed informazioni senza preoccuparsi di renderli comprensibili ai brindisini. Dalla massima autorità sanitaria in città nonché presidente della Conferenza dei sindaci  della provincia di Brindisi ci aspettiamo altro. Le evidente mancanze della Regione di Emiliano e del Governo nazionale nel gestire questa annunciata seconda ondata di contagi devono essere ora affrontate con maggiore decisione  e responsabilità di quella dimostrata sin ora dal sindaco Rossi a tutela dei brindisini che ha deciso di rappresentare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento