menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pd, new entry: tesserato anche Antonio Sergi, figlio del consigliere Luigi

Il sindaco, il capogruppo e gli assessori Luperti e Monetti rinnovano l’iscrizione. Consales: “Resto autosospeso”. Nessuna notizia di Elefante. Salvatore Brigante su Sergi: “Ha fatto la sua scelta, non ha incarichi al Comune”

BRINDISI – Il padre consigliere comunale resta indipendente, ex di Scelta Civica, tornato a sostenere la coalizione di centrosinistra guidata da Mimmo Consales, il figlio una scelta l’ha fatta dopo essere finito – malgré lui – nel vortice delle polemiche per la storia dell’ufficio di staff del sindaco: Antonio Sergi ha aderito al Pd, per cui è uno dei nuovi tesserati.

Sergi, figlio, è diventato collega di partito del primo cittadino visto che Consales ha chiesto il rinnovo, al pari degli assessori Pasquale Luperti e Antonio Monetti e del capogruppo Salvatore Brigante. Ma il sindaco resta autosospeso.

La notizia dell’ingresso di Sergi figlio rimbalzava già ieri durante i lavori piuttosto accesi del Consiglio comunale incentrato sul futuro aumento del capitale sociale della Multiservizi, per un milione di euro, legato al pagamento dell’Iva per l’anno 2014, ma solo oggi arriva la conferma. E arriva direttamente dal capogruppo che oggi a Palazzo di città non s’è visto per impegni di lavoro: “Sì è vero, è uno dei nuovi tesserati”, dice. “Non l’unico, appunto, perché ce ne sono diversi che hanno evidentemente condiviso la linea del partito e credono nei valori del Pd. E tanto per essere precisi, non ha incarichi al Comune come insinua qualcuno” aggiunge per mettere a tacere la voce secondo cui Consales sarebbe pronto a chiamarlo per farlo entrare nel suo staff, sempre che ci siano le condizioni poiché tutto dipendente dal patto di stabilità. Nel caso in cui dovesse essere sforato come è accaduto nel 2014, non c’è niente da fare.

Chi abbia portato Antonio Sergi, dottore commercialista, nella sede del Partito democratico non è dato saperlo. E’ certo che non c’entra nulla il padre: “Luigi Sergi invece non è un nostro tesserato ma è rientrato nella maggioranza”. Che Sergi senior fosse “tornato” lo si era capito da un po’, dal 30 novembre scorso a voler essere precisi, quando il Consiglio comunale ha votato l’assestamento di bilancio per l’istituzione di un capitolo ad hoc in grado di raccogliere la somma di un milione di euro per l’aumento del capitale della società partecipata dell’Amministrazione.

Il giorno dopo, Sergi è stato invitato alla riunione di maggioranza in segno di rientro a tutti gli effetti e ieri il feeling ritrovato è stato suggellato in maniera definitiva tenuto conto del fatto che il consigliere è stato il 17esimo a votare la delibera sulla Multiservizi. Quel che si dice l’ago della bilancia. Tutti i contrasti dai toni aspri con il sindaco sono stati archiviati, per ammissione dello stesso Consales che resta nel Partito democratico, così come gli assessori all’Urbanistica Pasquale Luperti e all’Ambiente Antonio Monetti.

Tutti e tre, qualche giorno fa, hanno richiesto il rinnovo della tessera. “Ho la tessera e il fatto che sia tesserato non c’entra nulla con l’autosospensione che ho deciso all’epoca e che rimane per mia scelta”.

Non si hanno notizie, invece, dell’ex segretario cittadino del Pd nonché consigliere comunale Antonio Elefante: non si è presentato in Assise, ieri, non ha mandato giustifica e non si è neppure fatto vedere nella sede del Pd per ritirare la tessera con il suo nome. “E chi l’ha visto?”, dicono i consiglieri del gruppo.

Per la cronaca, il quartier generale del cittadino è ancora coincidente con quello della segreteria provinciale in via Osanna: pare che qualcuno dei nuovi tesserati non lo sapesse. L’ospitalità concessa dal segretario provinciale Maurizio Bruno al commissario cittadino Sandra Antonica resta sino a quando il Pd di Brindisi città non sarà nelle condizioni di pagare l’affitto di un locale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento