Politica

“Ambiente e rifiuti materie pericolose, ricuciremo le ferite”

Oggi il debutto del vice sindaco Francesco Silvestre: “Enel da carbone a gas, obbligo europeo. Da riattivare gli impianti per i rifiuti di proprietà del Comune. Agli assessori chiedo lealtà e impegno”. La sindaca Carluccio: “Con il suo ingresso garanzia di terzietà”

BRINDISI – “Brindisi nonostante le innumerevoli ferite del passato resta la mia città, una delle più belle del Mediterraneo che merita impegno e lealtà: sono pronto per dare il mio contributo e ringrazio la sindaca Angela Carluccio e il signore Pasquale Luperti per la mia discesa in campi pericolosi  delicati”.

Giornata di debutto per il nuovo vice sindaco del Comune di Brindisi, Francesco Silvestre (foto a destra), avvocato, Francesco Silvestre-5assessore con deleghe all’Ambiente e alla gestione dei rifiuti che per il capoluogo sono da tempo una spina nel fianco. E’ al suo primo impegno politico amministrativo, arrivato dopo aver superato le 70 primavere, con la consapevolezza che la sua città non ha bisogno di parole. Troppe ne sono state dette, molte ne sono state ripetute negli ultimi tempi. Servono fatti.

Lo sa bene il sindaco in seconda che neppure appartiene allo schieramento dei moderati di Angela Carluccio, ma che arriva direttamente dall’opposizione essendosi candidato prima nella lista di Vendola alle regionali del 2010 per poi votare alle ultime amministrative Riccardo Rossi di Brindisi Smart, il primo dei contestatori in Consiglio comunale del gruppo dei centristi. Il primo a insorgere non appena ha saputo dell’incontro che la sindaca ha avuto con i dirigenti Enel, senza invitare e neppure informare preventivamente le opposizioni.

Angela Carluccio e Francesco Silvestre-2I rapporti con Enel e con le grandi società presenti sul territorio sono da sempre motivo di conflitti. Ma quanto alla proprietaria della centrale di Cerano, una cosa è certa: “Sarà riconvertita dal carbone al gas”, ha detto il vice sindaco nel corso della conferenza stampa di presentazione. “Non sarà semplice, questo lo sappiamo tutti, ma è l’unica strada percorribile”. Lo è perché c’è un obbligo preciso che deve rispettare l’Italia, dopo l’accordo di Parigi, come ha ricordato l’assessore ai Lavori Pubblici, Salvatore Brigante, che sia pure per una decina di giorni ha ricoperto il ruolo di vice sindaco.

Ma la casella “spettava” al gruppo dei Coerenti per Brindisi di Pasquale Luperti, l’ex assessore all’Urbanistica del Comune, all’epoca eletto nel Pd: è lui che ha voluto Silvestre, espressione della sinistra alternativa al Partito democratico, collega del notaio Michele Errico, consigliere politico della sindaca, dopo aver votato Rossi.

Sorpreso per quella telefonata con offerta del posto in Giunta con deleghe complesse, Silvestre lo è stato. Anche perché  l’avvocato non conosceva personalmente Luperti che si è affacciato solo alla fine della conferenza. Lo ha ringraziato, ma ha subito chiarito che lui in Giunta non rappresenterà i Coerenti e nessun altro, se non la sua città: “Assicuro sin da ora il mio impegno, sono una persona pratica, di poche parole”, ha detto. “So che c’è molto da lavorare e sono pronto a farlo con il sostegno dei miei colleghi a cui chiedo lealtà e impegno, nel rispetto della trasparenza. Sempre. Spero di non tradire le aspettative che in tanti hanno riposto nella mia persona”.

Dal salone di rappresentanza Mario Marino Guadalupi è partito l’applauso. “L’arrivo di Silvestre è motivo di Raffaele De Maria-2orgoglio essendo una persona di riconosciuto spessore che offre il suo contributo a prescindere da qualsiasi colore politico”, ha detto la sindaca Carluccio. “E’ garanzia di terzietà e sono sicura che con il suo arrivo lavoreremo con serenità”. (A destra, Raffaele De Maria)

Sull’agenda di Silvestre ci sono già incontri per risolvere problematiche aperte a Brindisi: gli impianti per i rifiuti, dalla discarica di Autigno al Cdr, entrambi sotto sequestro; la gestione del servizio di raccolta scandito da ordinanze sindacale smentite dai giudici amministrativi e il capitolo delle bonifiche dell’area Sin.

Marika Rollo-2In Giunta da oggi entrano anche i due Cor Raffaele De Maria e Michele Di Donna, nella logica di una staffetta tutta interna ai fittiani: il primo riceve da Cosimo Laguercia la delega alle Attività produttive, l’altro la Programmazione economica in un primo momento assegnata a Marina Miggiano che entra in Consiglio come capogruppo.

La Giunta, quindi, ha un nuovo assetto. E arrivano anche in via ufficiale le deleghe speciali anticipate nei giorni scorsi: servizi sociali a Marika Rollo (foto a sinistra), università e politiche giovanili a Marco Stasi e turismo in abbinamento con la cultura a Luciano Loiacono.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Ambiente e rifiuti materie pericolose, ricuciremo le ferite”

BrindisiReport è in caricamento