rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

Presidenza Autorità Portuale, il Sel appoggia la candidatura di Carmine Campana

BRINDISI - I termini per le candidature alla presidenza dell’Autorità Portuale di Brindisi oramai sono scaduti ed è iniziata la battaglia per la scelta. Ai sensi di legge, la nomina del presidente è demandata al Ministro dei Trasporti e della Navigazione di concerto con il presidente della Regione, nell’ambito di una terna di esperti di massima e comprovata qualificazione professionale nei settori dell’economia dei trasporti e portuale, designati dalla Provincia, dal Comune e dalla Camera di Commercio del territorio di riferimento.

BRINDISI - I termini per le candidature alla presidenza dell'Autorità Portuale di Brindisi oramai sono scaduti ed è iniziata la battaglia per la scelta. Ai sensi di legge, la nomina del presidente è demandata al Ministro dei Trasporti e della Navigazione di concerto con il presidente della Regione, nell'ambito di una terna di esperti di massima e comprovata qualificazione professionale nei settori dell'economia dei trasporti e portuale, designati dalla Provincia, dal Comune e dalla Camera di Commercio del territorio di riferimento.

Sulla questione interviene anche il Sel, in una nota diffusa alla stampa, per sostenere la candidatura di Carmine Campana. "Purtroppo - è scritto nel comunicato - tante sono state le promesse non mantenute dal presidente uscente Giuseppe Giurgola, che si è distinto dai suoi predecessori solo per gli innumerevoli proclami e un numero infinito di conferenze stampa e servizi televisivi, è sotto gli occhi di tutti la diminuzione vertiginosa di passeggeri in transito dal porto di Brindisi rispetto agli anni passati (si parla di un milione). Che fine ha fatto il più volte annunciato traffico dell'orto-frutta dall'Egitto e le nuove linee marittime con la Turchia e con la Bulgaria annunciate ad inizio mandato, ed a che punto è la dismissione dei fasci di binari per la realizzazione dei nuovi parcheggi in Via del Mare, e perché ancora non parte la riqualificazione del lungomare Regina Margherita e dove sono le strutture promesse per le navi da crociera?".

Nel Piano Nazionale della Logistica, "il porto di Brindisi risulta essere collocato in posizione ideale e strategica per il trasporto lungo le direttrici adriatica/tirrenica e nord europea, questo, è evidente, potrebbe fare di Brindisi l'Hub nazionale per la raccolta, confezionamento e distribuzione dei vari prodotti da e per l'estero. Noi pensiamo che la cosa di cui ha prioritariamente bisogno il porto e di conseguenza la città, è quella di dotarsi di un nuovo Piano Regolatore Portuale, l'attuale Piano vigente è stato adottato nel lontano 1975, salvo sporadici varianti ed adeguamenti tecnico funzionali"

Il completamento delle banchine e del piazzale di Costa Morena Est, secondo il Sel, "dovrebbe essere l'opera di primaria importanza per rilanciare il porto di Brindisi verso i mercati del Mediterraneo e dell'estremo oriente, la Cina e l'India fra tutti, per puntare anche sul mercato della filiera agroalimentare, prevedendo anche la realizzazione della Piattaforma Logistica nelle aree retro portuali in località Costa Morena, sfruttando così nel modo migliore tutta la zona industriale brindisina. Altra opera infrastrutturale di straordinaria importanza sarebbe la realizzazione delle nuove banchine per il traffico di Navi Ro-Ro nell'area di S.Apollinare, compreso la sistemazione delle attuali vie di collegamento alla rete stradale nazionale. Per i nuovi accosti di S.Apollinare si potrebbero ipotizzare accordi per adottare nuove ed efficienti navi, come ad esempio le grandi navi veloci di ultima generazione, in modo da garantire collegamenti in tempi ridotti e, quindi, concorrenziali con gli altri porti".

Il Circolo Sel "Daniele Valletta" di Brindisi vuole indicare tra i candidati alla presidenza, "sapendo purtroppo che la scelta non si baserà solo sulla competenza e sull'attacamento verso la propria città, un brindisino, il geometra Carmine Campana, attualmente in servizio nell'area tecnica dell'Autorità Portuale di Brindisi, sin dalla sua costituzione nell'anno 1995, con le mansioni di responsabile dell'Ufficio Lavori. Da quasi un ventennio esperto nel campo della progettazione e realizzazione di grandi infrastrutture portuali, dell'accoglienza e dello sviluppo dei traffici marittimi, della logistica ed intermodalità, dei rapporti con i Ministeri competenti per la gestione dei finanziamenti comunitari e statali. Come sempre abbiamo il candidato in casa, ma lo andiamo a cercare fuori, se non è forestiero non siamo contenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidenza Autorità Portuale, il Sel appoggia la candidatura di Carmine Campana

BrindisiReport è in caricamento