Politica

Regionali: tutti i candidati del centrodestra che si presenta spaccato

Pronti alla rincorsa quelli del centrodestra, rimasto spaccato nonostante i diversi interventi di pompieri prima, pontieri poi e disperati appelli all'unità: oggi (2 maggio) ultimo giorno utile depositeranno in Tribunale le liste dei candidati consiglieri regionali, tra volti già conosciuti e qualche inedito

BRINDISI – Pronti alla rincorsa quelli del centrodestra, rimasto spaccato nonostante i diversi interventi di pompieri prima, pontieri poi e disperati appelli all’unità: oggi (2 maggio) ultimo giorno utile depositeranno in Tribunale le liste dei candidati consiglieri regionali, tra volti già conosciuti e qualche inedito.

I ritocchi last minute alla composizione sono stati apposti nella serata di ieri, diventata giornata di super lavoro per i delegati delle liste così come per i coordinatori dei partiti: da un lato il candidato governato Francesco Schittulli, oncologo barese con “Movimento Schittulli-Area Popolare” risultato della perfetta sintesi tra la lista espressione diretta del medico e quella di Ncd, i “fittiani” collocati in “Oltre” con l’obiettivo di ricostruire e andare ben oltre la regione Puglia, con chiaro messaggio rivolto al nemico Silvio Berlusconi e al suo ambasciatore Luigi Vitali. E ancora Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni che ha chiuso con l’ex sindaco di Lecce Adriana Poli Bortone, quando quest’ultima ha accettato l’invito a diventare candidata alla guida della Puglia per Forza Italia, rimasta da sola, salvo poi ottenere l’aiuto di “Noi con Salvini”.

Non è affatto escluso che in Tribunale a Brindisi, quinto piano, dove si trova l’ufficio elettorale deputato alla ricezione delle liste con firme annesse, possano incontrarsi i rivali, di persona oppure tramite i rispettivi inviati.

Per la lista “Movimento Schittulli-Area Popolare” in corsa per il Consiglio regionale c’è Ciro Argese, coordinatore provinciale di Ncd, originario di Ceglie Messapica dove ha ingaggiato una battaglia con il fittiano Nicola Ciracì sul fronte delle elezioni comunali (con tanto di strascico in Prefettura dove Argese è stato per sollevare il caso di un imprenditore che avrebbe promesso posti di lavoro in cambio di voti e probabile appendice in Procura se le intenzioni di denuncia del parlamentare dovessero tramutarsi in realtà). Ad Argese spetta il ruolo di capolista in virtù dell’incarico politico ricoperto che lo porta ad essere il braccio destro di Massimo Ferrarese, referente per l’area del Salento.

In lista ci sono, in ordine alfabetico: Vito Ammirabile, ex sindaco di Fasano; Antonio Calabrese, di Mesagne, che nella sua terra sostiene il candidato Presentazione lista Movimento Schittulli-Area Popolare 3-2sindaco Guarini; Cosimo, detto Mimmo, De Michele, avvocato, di Brindisi, già assessore alla Pubblica istruzione e allo Sport nel capoluogo con la giunta di centrodestra, espressione di Forza Italia, partito che poi ha lasciato accreditandosi in Ncd con il sostegno dell’onorevole Ciccio Colucci e il placet di Angelino Alfano. In lista anche Enzo Palmisano, di Cisternino, già consigliere comunale. La delegazione dei presentatori della lista era guidata dai coordinatori provinciali del Movimento Politico Schittulli, Raffaele Missere, e del Nuovo Centro Destra, Ciro Argese. Missere si è dichiarato soddisfatto della tenuta di questa alleanza anche per le elezioni comunali a Mesagne “dove Movimento Schittulli ed Ncd sono uniti nel sostegno al candidato sindaco Emilio Guarini”.

Nella lista “Oltre con Fitto” ci sono: Massimiliano Oggiano, di Brindisi, commercialista, presidente del Collegio dei Revisori dei conti di Carovigno, attuale consigliere comunale nel capoluogo, da sempre con l’europarlamentare di Maglie; Pietro Guadalupi, di Brindisi, attuale vice presidente delle Assise, dove è approdato con Forza Italia che ha lasciato nelle ultime settimane; Alberto Magli, avvocato, di San Vito dei Normanni, sindaco dimissionario per partecipare alla competizione regionale, ex di Forza Italia anche lui (che sembrava volerlo ripresentare per il secondo mandato, salvo scegliere la prof Silvana Errico, in campo con le civiche); Ernesto Camassa, di Ostuni, consigliere comunale nella Città Bianca e Piero Antelmi di Ceglie Messapica.

Va ricordato che a Brindisi andrà in scena un confronto-scontro nella frazione di Tuturano, di cui sono espressione Guadalupi e De Michele, entrambi sostenuti da famiglie che hanno un passato importante. Guadalupi è figlio di Italo, capitano dei vigili urbani, già consigliere provinciale, e di Antonella Marzo, l’ultima presidente di circoscrizione. De Michele è figlio di Luigi, già presidente dell’Amministrazione provinciale. Sarà, quindi, un voto contro voto.
Nella lista “Fratelli d’Italia” ci sono: Angelo Dragone, di Brindisi, avvocato; Alessandra Campana, di Mesagne, psicoterapeuta; Grazia Neglia, consigliere provinciale in carica; Carmine Calò, di Francavilla Fontana, avvocato, e Tiberio Saccomanno, di Torre Santa Susanna, consigliere comunale uscente, laureato in Filosofia (è il fratello di Michele Saccomanno, candidato sindaco a Torre).

Sull’altra sponda del centrodestra, Forza Italia schiera: Maurizio Friolo, di Torre Santa Susanna, avvocato, consigliere regionale uscente; Antonio Scianaro, di Fasano, anche lui uscente dalle Assise di Bari; Mimmo Bungaro, di Francavilla Fontana, già sindaco, vice e assessore nella Città degli Imperiali; Mario Semeraro, di Carovigno, consigliere comunale uscente e Gianluca Alparone, di Brindisi, commercialista e revisore dei conti.
Nella lista “Noi con Salvini”: Marcello Marasco, di Brindisi, avvocato; Rosaria De Michele, di Latiano, commerciante; Simona Greco, di Brindisi, laureata in Lingue; Francesco Leccese, di Erchie, imprenditore, e Simone Potenza, di Brindisi, diplomato. 

Sarà interessante capire il consenso del leader leghista in Puglia: la sfida è riuscire a superare lo sbarramento del quattro per cento.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali: tutti i candidati del centrodestra che si presenta spaccato

BrindisiReport è in caricamento