Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

"Rimpasto di Giunta, occasione persa: mancano progetti per i giovani"

"Ora tocca a noi": "Abbiamo chiesto agibilità politica attraverso la delega del sindaco sulle Politiche giovanili, Università e Palazzo Guerrieri"

Giulio Gazzaneo, capogruppo in Consiglio di "Ora tocca a noi"

Riceviamo e pubblichiamo una nota del movimento politico "Ora tocca a noi" di Brindisi.

Come movimento politico “Ora tocca a noi” abbiamo sostenuto da tempo l'esigenza di una profonda riflessione di metà mandato con l'obiettivo di rilanciare l’azione amministrativa e il progetto politico che aveva conquistato la fiducia dei cittadini e consentito alla nostra coalizione di arrivare al governo della città.
Avevamo dato la disponibilità a partecipare in prima persona a questo processo di rilancio, senza sottrarci alla nostra porzione di responsabilità, mettendo al servizio della città le nostre proposte sui temi più caratterizzanti la nostra esperienza politica: giovani, scuola e università, innovazione sociale e tecnologica, beni comuni.

Dobbiamo prendere atto che si sia preferito non andare a modificare gli assetti della giunta precedente, operando delle sostituzioni e inserendo nuovi profili tecnici dalla indubbia preparazione e professionalità.

In questi giorni abbiamo avuto diverse occasioni di confronto con il sindaco, a cui abbiamo rappresentato la nostra delusione nel vedere questa come un’occasione persa per rilanciare il progetto politico a cui abbiamo contribuito fin dalla campagna elettorale e che vedeva nella centralità dei giovani un elemento trainante e fondamentale. In questa circostanza ci vediamo quindi nuovamente costretti a fare un passo indietro e a continuare a dare il nostro supporto al di fuori della Giunta, dimostrando ancora una volta di non nutrire alcuna ambizione personale e di anteporre sempre l'interesse generale della città.

Ciononostante continuiamo a sentirci in dovere di proseguire con il nostro impegno sui temi che più ci contraddistinguono, nel pieno rispetto del mandato elettorale che i cittadini ci hanno assegnato. Pertanto abbiamo chiesto agibilità politica attraverso la delega del sindaco sulle politiche giovanili, Università e Palazzo Guerrieri. Non si tratta di un mero strumento risarcitorio, ma dell'unica modalità per dare il nostro supporto e incidere sui processi per cui quotidianamente ci siamo spesi.

Continueremo insistentemente a fornire all'intera attività amministrativa il contributo della nostra visone e delle nostre idee, nell'interesse della città che amiamo e che crediamo abbia fortemente bisogno delle energie dei suoi giovani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rimpasto di Giunta, occasione persa: mancano progetti per i giovani"

BrindisiReport è in caricamento