menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rossi: "Ecco cosa faremo per creare nuove possibilità di lavoro"

Confronto con le grandi imprese e con il governo, bonifiche, riqualificazione del litorale nord: questi alcuni fra i punti cardine

Confronto con le grandi imprese e con il governo, bonifiche, riqualificazione del litorale nord: questi alcuni fra i punti cardine del piano di rilancio dell’economia locale, per creare nuove possibilità di lavoro, proposto dal candidato sindaco Riccardo Rossi, a capo di una coalizione di centrosinistra (Pd, Brindisi bene comune, Leu, Ora Tocca a noi).

Attraverso una nota stampa, Rossi chiarisce quali sono le “cose da fare subito”, in caso di elezione.  “Per prima cosa – afferma il candidato - ci confronteremo con le grandi imprese del territorio che spesso non utilizzano le aziende locali né i lavoratori di Brindisi preferendo rivolgersi all'esterno”.

“Fondamentale in tal senso è che le grandi imprese dichiarino manifestamente i progetti e gli investimenti a breve e lungo termine. In questo modo le aziende locali saranno messe in grado di orientare le loro attività e sapranno farsi trovare pronte quando si tratterà di concorrere per forniture ed appalti, una quota dei quali dovrà essere necessariamente riservata alle imprese del nostro territorio”.

“Contemporaneamente – prosegue Rossi - apriremo un confronto franco con il Governo. E' necessario capire cosa fare a Cerano dopo la chiusura del ciclo del carbone. Occorre lavorare affinché Enel investa sul nostro territorio, sia con le bonifiche, sia con nuove attività produttive che possano garantire occupazione e reddito ai lavoratori attuali della centrale”.

“Con il governo affronteremo subito anche la questione delle bonifiche, che è il vero tappo degli investimenti sul nostro territorio. Brindisi deve ottenere i fondi per bonificare la zona industriale così da permettere a tante imprese di investire nella nostra città”.

“Inoltre – si legge ancora nella nota del candidato sindaco - va subito messa in atto una nuova strategia per il turismo. Brindisi è una città favolosa, bellissima, che ha grandi potenzialità, purtroppo inespresse.  Dobbiamo far di tutto per promuovere una identità culturale che possa portare una economia diffusa in grado di dare lavoro ai tanti giovani che oggi sono costretti a fare le valigie”.

“Il nostro programma prevede la riqualificazione della nostra costa nord, l'apertura di nuovi lidi balneari, la messa in rete dei nostri beni monumentali, il potenziamento del porto, delle crociere e della nautica da diporto, la valorizzazione delle tante aziende del settore enogastronomico e tanto altro ancora”.

“Fondamentale è mettere in atto una strategia comunicativa che faccia conoscere ancora di più le nostre bellezze in Italia e all'estero”. 

“Brindisi – conclude Rossi - deve cambiare passo anche nel modo in cui viene percepita dal resto del mondo, deve tornare ad essere conosciuta per quello che merita, per la sua storia, per i suoi monumenti, per la sua cultura, per il calore della gente. I media nazionali devono parlare spesso e bene della nostra città e non come avviene adesso, una volta ogni tanto e quasi esclusivamente per vicende di cronaca giudiziaria legate alla malapolitica”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento