menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ostuni: il sindaco congela le dimissioni, ma avverte i partner

Scadeva oggi 13 marzo l’ultimatum del sindaco Gianfranco Coppola alla sua maggioranza: o il recupero di una unità convinta e non di facciata, quindi su un programma di cose da fare e con un nuovo assetto della giunta, oppure sarebbe andato dal prefetto

OSTUNI – Scadeva oggi 13 marzo l’ultimatum del sindaco Gianfranco Coppola alla sua maggioranza: o il recupero di una unità convinta e non di facciata, quindi su un programma di cose da fare e con un nuovo assetto della giunta, oppure sarebbe andato dal prefetto a consegnare le proprie dimissioni. Una vasta parte della maggioranza gli ha chiesto di non lasciare proprio in una fase delicatissima per la città (vedi questione del ridimensionamento dell’ospedale), e allora Coppola – da persona intelligente qual è – ha accettato di congelare una decisione tanto drastica, ma con un paio di condizioni.

La prima è che l’intera maggioranza si dichiari disponibile a rimettersi al lavoro, la seconda è che si dovranno accettare le modifiche a quella che è stata sin qui definita una giunta tecnica, dove partiti e liste del centrodestra e il Pd hanno operato insieme per evitare un immediato ritorno alle urne dopo le ultime elezioni amministrative, non avendo il più suffragato dei candidati a sindaco anche un numero sufficiente di consiglieri della coalizione che lo aveva sostenuto.

La crisi è affiorata nei primi giorni di marzo, con accuse giunte da alcuni settori del centrodestra al Pd per la vicenda del riordino ospedaliero, con risposte altrettanto dure. Sotto c’è molto altro, fatto sta che ieri sera la richiesta a Coppola di non lasciare è giunta da Direzione Italia, Noi Ora, Ostuni Tricolore e Fratelli D’Italia. Ma qui si annida l’opposizione all’allargamento della maggioranza ad Area Popolare, e il sindaco sa che così non si può fare molta strada.

“Ho ritenuto di raccogliere tale invito, pur nella consapevolezza, che analoga conferma di fiducia non è pervenuta dalle altre forze politiche della maggioranza, proprio nella convinzione della necessità di affrontare e risolvere le varie criticità che la nostra comunità sta vivendo”, ha dichiarato infatti Coppola questa mattina.

“Mi sembra, in ogni caso, necessario che tutte le forze politiche mostrino analogo senso di responsabilità tralasciando le frizioni che avevano già determinato il mio proposito di dimissioni”, ha sottolineato il sindaco, che tuttavia avverte: “Intorno a tale programma, invito tutte le forze politiche di maggioranza a confermare la propria fiducia riservandomi all’esito una rivisitazione dell’attuale assetto dell’esecutivo. Ovviamente se tale intesa programmatica non venga raggiunta, ritengo che tale ipotesi delle mie dimissioni riprenda sostanzialmente pieno vigore”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento