rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Politica

Unità d'Italia, Brindisi esclusa. Mennitti non ci sta e scrive al presidente della Repubblica

BRINDISI -Brindisi esclusa dalla manifestazione odierna di Reggio Emilia sull'Unità d'Italia. Il sindaco Domenico Mennitti non ci sta e scrive al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: "Signor presidente, oggi con la manifestazione di Reggio Emilia, a ragione indicata come la città culla del tricolore, si è avviata la serie delle iniziative organizzate per celebrare il centocinquantesimo anniversario dell’unità d’Italia. Per l’occasione Lei ha convocato i sindaci delle città che nel corso degli anni hanno svolto il ruolo di capitale. Perciò Torino, Firenze e Roma".

BRINDISI -Brindisi esclusa dalla manifestazione odierna di Reggio Emilia sull'Unità d'Italia. Il sindaco Domenico Mennitti non ci sta e scrive al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: "Signor presidente, oggi con la manifestazione di Reggio Emilia, a ragione indicata come la città culla del tricolore, si è avviata la serie delle iniziative organizzate per celebrare il centocinquantesimo anniversario dell'unità d'Italia. Per l'occasione Lei ha convocato i sindaci delle città che nel corso degli anni hanno svolto il ruolo di capitale. Perciò Torino, Firenze e Roma".

"Considero - continua Mennitti - l'iniziativa di grande sensibilità, peraltro tesa in una fase delicata a rinsaldare i valori dell'unità. Mi permetta però una domanda, puntualizzando che personalmente non ho la tendenza a dolermi di esclusioni, soprattutto se fondate su valide motivazioni. Però, signor Presidente, conoscendo bene la sua sensibilità politica e culturale, sarei curioso di conoscere la Sua posizione rispetto alla vicenda che nel 1943 vide per qualche mese Brindisi capitale d'Italia in un momento tra i più tragici della storia nazionale. Dobbiamo cancellarne il ricordo e perchè? Oppure è opportuno rileggere quella pagina della storia patria per darne la dimensione e la interpretazione giuste?".

Mennitti coglie l'occasione per fare un omaggio al presidente: un libro edito qualche mese fa da Laterza, il cui titolo è "La gabbia infranta. Gli alleati e l'Italia dal 1943 al 1945". "Gli autori Ennio Di Nolfo e Maurizio Serra interpretano la fuga a Brindisi del re come un momento decisivo per la ripresa della diplomazia italiana in vista dei patti successivamente sottoscritti". "Spero di trarre dalla risposta che vorrà fornirmi - conclude Mennitti - le motivazioni della esclusione di Brindisi dalla manifestazione odierna.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unità d'Italia, Brindisi esclusa. Mennitti non ci sta e scrive al presidente della Repubblica

BrindisiReport è in caricamento