Domenica, 1 Agosto 2021
Politica

"Torre Guaceto è Carovigno, mobilitazione contro modifica statuto"

Vito Uggenti, componente dimissionario del Cda, si oppone alla mozione presentata da Ercole Saponaro e appoggiata dai consiglieri di maggioranza

CAROVIGNO - “Pronti alla mobilitazione contro lo stravolgimento dello statuto”. Vito Uggenti si oppone alla proposta di modifica dello statuto del consorzio di gestione della riserva marina di Torre Guaceto avanzata dal consigliere comunale di Brindisi, Ercole Saponaro (Lega), tramite una mozione che approderà in consiglio comunale, dove incontrerà il sostegno dei consiglieri di maggioranza della commissione Ambiente.

Tale proposta prevede che la facoltà di proporre la nomina del presidente del consorzio, finora appannaggio del Comune di Carovigno, ruoti ogni tre anni fra i Comuni di Brindisi e Carovigno, componenti dell’assemblea dei insieme al Wwf. Il tema è stato sollevato dopo le dimissioni rassegnate dal presidente Corrado Tarantino e dallo stesso Vito Uggenti, ormai ex componente del Cda, due anni prima rispetto alla naturale scadenza dell’incarico prevista per maggio 2023. Ma da Carovigno arriva una levata di scudi. “Dobbiamo impedire lo stravolgimento dello statuto - afferma Uggenti in una nota stampa - con la necessaria mobilitazione di popolo. Muoviamoci subito nella lotta unitaria”. Uggenti spiega che le sue dimissioni sono “dovute al fatto che non vi erano più le condizioni di fiducia per rimanere. Non sono attaccato alle poltrone – chiarisce - e nemmeno ho sete di potere. Sono pronto alla lotta naturalmente per cambiare lo stato di cose presenti, per difendere con dignità, la carovignesità sulla Riserva Naturale di Torre Guaceto”.

Vito Uggenti-3

“Continuerò a difendere - afferma ancora Ugenti - la Riserva Naturale di Torre Guaceto da semplice volontario, come ho sempre fatto”. Lo stesso ricorda che “dopo una lunga fase di stallo, è stata rimessa in moto la procedura per l’ampliamento della riserva, sono state approntate nuove azioni per la tutela dell’area protetta, stretti nuovi rapporti con gli enti e le associazioni per il rafforzamento della rete di collaborazione territoriale, per ultimo è stato lanciato un progetto che permetterà a chiunque abbia a cuore la riserva di prendersene cura insieme al Consorzio”. 

Nel parlare di “richiesta di presidenza del consorzio da parte del Comune di Brindisi”, Uggenti precisa che “la sede legale e amministrativa è Carovigno e resterà Carovigno, che ètitolare dell'80 percento della riserva naturale. Per statuto la sede naturale del Consorzio è Carovigno e resterà tale, perché Torre Guaceto è Carovigno e per tale ragione difenderò con i denti ciò, senza se e senza ma, a testa alta. Essere se stessi in un mondo che cerca di cambiarti- conclude - è la più grande delle conquiste. Prepariamoci alla mobilitazione unitaria in Carovigno contro ogni colpo di mano” 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Torre Guaceto è Carovigno, mobilitazione contro modifica statuto"

BrindisiReport è in caricamento