Giovedì, 21 Ottobre 2021
Sport

"Al derby decisi, senza presunzione"

BRINDISI - Coach Bucchi dà fiducia alla squadra e invita alla calma: «In fondo abbiamo giocato solo una partita di campionato». L’allenatore che si presenta in sala stampa dopo dall’inattesa sconfitta interna contro Imola è un uomo calmo, che ha già messo alle spalle la rabbia per la falsa partenza nel campionato di Legadue. «Sono arrabbiato quanto voi e quanto i tifosi, ma ora dobbiamo fare tesoro di questa esperienza e guardare avanti».

BRINDISI - Coach Bucchi dà fiducia alla squadra e invita alla calma: «In fondo abbiamo giocato solo una partita di campionato». L'allenatore che si presenta in sala stampa dopo dall'inattesa sconfitta interna contro Imola è un uomo calmo, che ha già messo alle spalle la rabbia per la falsa partenza nel campionato di Legadue. «Sono arrabbiato quanto voi e quanto i tifosi, ma ora dobbiamo fare tesoro di questa esperienza e guardare avanti».

Come si spiega il crollo dell'ultima frazione di gioco?

«C'è stato una calo di intensità ed abbiamo preso un cazzotto in faccia».

Pensa di aver sbagliato qualche mossa domenica?

«Rifarei tutto quello che ho fatto».

È evidente che la squadra è pericolosa quando corre, mentre se rallenta qualcosa si inceppa.

«Tutti vorrebbero correre per 40 minuti ogni partita, perché significherebbe fare canestri facili e dare spettacolo. Ma ci sono squadre che non ti permettono di farlo».

Cosa pensa dei fischi del pubblico?

«Credo che fossero fischi di disapprovazione e non di ostilità. Del resto i tifosi sono dispiaciuti come lo siamo noi».

Se oggi potesse muoversi sul mercato cambierebbe qualcosa nel roster?

«Siamo una squadra nuova, che ha cambiato tutte le pedine. E per di più qualche giocatore non viene da società con la mentalità vincente che qui invece è richiesta. Ripeto, al trentatreesimo minuto eravamo sul +7 palla in mano. Quindi non tutto è da buttare. Dobbiamo solo avere il tempo per capire quali sono i nostri margini di miglioramento dei giocatori. È doveroso attendere qualche altra partita prima di poter emettere giudizi definitivi».

Come affronterete il derby?

«Con determinazione e senza presunzione».

Nella prima di campionato ci sono state altre sorprese.

«È la dimostrazione che il campionato è qualitativamente superiore a quello dell'anno scorso, e che ci sono tante buone squadre. Quindi non ci saranno risultati scontati. Sarà una stagione dura ed equilibrata».

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Al derby decisi, senza presunzione"

BrindisiReport è in caricamento