Incidente sul lavoro all'Ilva di Taranto: operaio fasanese riporta varie fratture

E' scivolato sul ponte di una nave, andando a finire all'interno di una botola. Ha riportato varie fatture un operaio 47enne di Fasano che nella tarda mattinata di venerdì scorso (4 settembre) è rimasto coinvolto in un incidente sul lavoro avvenuto presso il molo dell'Ilva di Taranto

BRINDISI – E’ scivolato sul ponte di una nave, andando a finire all’interno di una botola. Ha riportato varie fatture un operaio 47enne di Fasano che nella tarda mattinata di venerdì scorso (4 settembre) è rimasto coinvolto in un incidente sul lavoro avvenuto presso il molo dell’Ilva di Taranto.  

Soccorso immediatamente dai suoi colleghi, l'uomo e' stato trasportato prima nell'infermeria aziendale, dove gli sono state prestate le prime cure,  e poi trasferito da una ambulanza del 118 all'ospedale “Santissima Annunziata” di Taranto. I medici gli hanno riscontrato fratture giudicate guaribili in 30 giorni.

L’infortunato si trova adesso ricoverato presso il reparto di Ortopedia del nosocomio tarantino. I motivi dell’incidente sono ancora da chiarire. Personale del dipartimento Spesal si è recato sul posto per i rilievi del caso. E’ da valutare la sussistenza di eventuali violazioni delle normative in materia di sicurezza sul lavoro. 

Potrebbe interessarti

  • La banana, un fabbisogno giornaliero

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

I più letti della settimana

  • Scontro fra tre auto sulla strada per il mare: un morto e nove feriti

  • Parcheggiatore stroncato da infarto nella movida delle discoteche

  • Si apparta con la moglie di un detenuto: mamma e figli lo pestano

  • Tragedia in spiaggia: anziano perde la vita mentre fa il bagno

  • Furti nelle auto parcheggiate sulla costa: scoperti i responsabili

  • Posti in spiaggia "prenotati": la Capitaneria sequestra tutto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento