Flash/ Rame, inseguimento e fermi

BRINDISI - Quartiere Bozzano svegliato da due detonazioni intorno alle 5.30 del mattino nel corso di un’operazione messa a segno dalla squadra mobile della questura di Brindisi contro presunti ladri di “oro rosso”, il tanto ricercato e rubato rame, soprattutto in cavi. Si tratta di due colpi di pistola sparati in aria a scopo intimidatorio per bloccare due delle cinque persone fermate all'alba che tentavano di darsi alla fuga alla vista dei poliziotti.

Cavi di rame recuperati

BRINDISI - Quartiere Bozzano svegliato da due detonazioni intorno alle 5.30 del mattino nel corso di un’operazione messa a segno dalla squadra mobile della questura di Brindisi contro presunti ladri di “oro rosso”, il tanto ricercato e rubato rame, soprattutto in cavi. Si tratta di due colpi di pistola sparati in aria a scopo intimidatorio per bloccare due delle cinque persone fermate all'alba che tentavano di darsi alla fuga alla vista dei poliziotti.

Gli agenti guidati, dal vice questore Francesco Barnaba, si trovavano lungo la strada vicinale che costeggia il Canale Patri, mentre svolgevano una operazione di contrasto ai furti che vengono messi a segno nelle campagne quando hanno intercettato cinque persone sospette. La zona è all’incirca la stessa di un’altra operazione contro i furti e la ricettazione di rame, avvenuta pochi mesi fa, esattamente il 5 novembre 2011, con l’arresto di altre cinque persone, tre brindisini e due baresi, ed il sequestro di un camion carico del prezioso metallo.

Mentre la polizia accerchiava i soggetti sospetti, due di questi  hanno tentato la fuga a piedi, ma sono stati fermati dopo l'esplosione di due colpi in aria. Le detonazioni, così come le intimazioni a fermarsi, sono state udite da non pochi abitanti della zona. I cinque soggetti fermati, su cui sono in corso le fasi di identificazione e gli accertamenti del caso, si trovano al momento in questura, come pure un autocarro. La loro posizione è al vaglio degli investigatori, non sono esclusi provvedimenti nei loro confronti in base agli sviluppi delle indagini.

I fermati sarebbero tutti del Brindisino, alcuni di San Pietro Vernotico, probabilmente. Nelle fasi concitate del fermo gli agenti avrebbero sequestrato anche un camion con a bordo un ingente quantitativo di rame, quello appunto portato in questura assieme alle persone sospette.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento