Ultraleggero caduto, oggi i funerali

FRANCAVILLA FONTANA - Non ci sarà esame autoptico sui resti dell'ingegnere 40enne Pietro Della Corte e del suo figliolo Mattia, di 15 anni, morti tragicamente ieri nel rogo dell'ultraleggero su cui stavano sorvolando l'area del kartodromo di Torricella, a due chilomertri dalla costa ionica di Torre Ovo. L'aereo, certamente a causa di un'avaria, è precipitato in picchiata da un'altezza di 15 metri, prendendo subito fuoco. Si suppone uno stallo, che ha reso ingovernabile il piccolo velivolo, decollato dalla pista di Aerotre a Manduria. Sarà difficile stabilire esattamente le cause tecniche dell'incidente, date le condizioni dell'aereo dopo l'impatto e l'incendio.

Pietro Della Corte in una foto della campagna elettorale del 2009

FRANCAVILLA FONTANA - Non ci sarà esame autoptico sui resti dell'ingegnere 40enne Pietro Della Corte e del suo figliolo Mattia, di 15 anni, morti tragicamente ieri nel rogo dell'ultraleggero su cui stavano sorvolando l'area del kartodromo di Torricella, a due chilomertri dalla costa ionica di Torre Ovo. L'aereo, certamente a causa di un'avaria, è precipitato in picchiata da un'altezza di 15 metri, prendendo subito fuoco. Si suppone uno stallo, che ha reso ingovernabile il piccolo velivolo, decollato dalla pista di Aerotre a Manduria. Sarà difficile stabilire esattamente le cause tecniche dell'incidente, date le condizioni dell'aereo dopo l'impatto e l'incendio.

Dato che le salme sono state restituite quasi subito dal pm di Taranto alla famiglia, i funerali sono stati già fissati e si svolgeranno oggi alle 17 nella chiesa dello Spirito Santo a Francavilla Fontana, con partenza dal piazzale della piscina comunale, dove si trova la casa dei Della Corte. La città è rimasta profondamente colpita dalla notizia. Fortissimo il senso di pietà per il giovanissimo Mattia, un adolescente pieno di vita, con una forte passione per i go kart e per la musica. "Vengo a trovarti per un'ultimo saluto e poi ci vediamo lassù... addio", scrive in uno straziante messaggio su Facebook un suo amico. "A volte la vita è crudele... non riesco ad accettarlo ti giuro... ". I compagni di classe del liceo scientifico Ribezzo sono traumatizzati dalla morte di Mattia. Saranno tutti in chiesa, oggi pomeriggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La famiglia Della Corte, che si sarebbe riunita a fine giornata come in tutte le domeniche in cui l'ingegnere riusciva a prendere il volo per qualche ora, a volte portandosi Mattia nel minuscolo abitacolo, ieri sera era annientata. Restano la sorella minore di Mattia, Federica, che frequenta le scuole medie, e la madre Olga Guaragna, medico del 118. E un vuoto che resterà incolmabile. La costernazione tra gli amici dell'Aero Club Imperiali, dove si incontrano molti professionisti e imprenditori di Francavilla Fontana appassionati di volo, è grande e pesante. Sono questi i momenti in cui uno si trova a riflettere se abbandonare la cloche e privilegiare gli affetti più cari, o se continuare pensando che una cosa del genere non ti accadrà mai. Un problema che qualsiasi pilota si è posto almeno una volta nella propria vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Altri sei contagi e due morti nel Brindisino. Dati in calo nel resto della Puglia

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento