Necessariamente freschissime, le alici marinate

Caposaldo essenziale della cucina marinara semplice e povera hanno un gusto caratteristico. Ma attenti alla permanenza sul banco del pescivendolo. Vediamo come prepararle

Discretamente apprezzate sulle nostre tavole negli antipasti o come contorni ai secondi, le alici marinate, appartengono a una cucina povera sia per il basso costo che per la semplicità della preparazione. Il loro sapore le rende uniche e particolari, ma sapete riconoscerne la freschezza?

Per verificare le condizioni di questo pesce in tal senso occorre prestare molta attenzione innanzitutto al dorso che dovrà essere di un bel colore blu scuro, e l’occhio vivido e sporgente. Ma basterà sentirne l’odore per accertarsi della loro freschezza.

Alici crude all’aceto, ingredienti

  • ½ chilo di alici
  • 2 bicchieri di aceto bianco
  • 4 cucchiai di olio d’oliva
  • 3 spicchi d’aglio
  • Un ciuffo di prezzemolo
  • Limone, sale q.b

Asportate con delicatezza le lische e dividete ogni alice in due. Passatele per un minuto e mezzo circa sotto l’acqua corrente per lavarle, poi asciugate piano con un panno.

Deponete i filetti di alice su un vassoio e coprite con aceto bianco lasciando a riposo per 24 ore.

Poi prendetele e mettetele in un altro vassoio, aggiungete un filo di olio, del prezzemolo, gocce di limone e sale, e spicchi d’aglio. Potete servire

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion si ribalta e sfonda spartitraffico: superstrada riaperta al traffico

  • Ultraleggero pilotato da brindisino si schianta su muretto

  • Tamponamento tra furgone e trattore sulla provinciale: feriti i conducenti

  • “Aste giudiziarie, prove evidenti”: processo immediato per nove brindisini

  • Lite in strada finisce con accoltellamento: un ferito e un arresto

  • Traffico di droga, otto brindisini sotto processo dopo verbali dei pentiti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento