I tre ex Leu in sintonia con Matarrelli guardano alla presidenza Multiservizi

Antonino, Massaro e Manfreda avrebbero contattato Pirelli e Vadacca di Bbc per ampliare il gruppo ma la manovra non è andata a buon fine. Contrasti con l’assessore al Bilancio D’Errico: per la partecipata (ri)spunta il nome di Zingarello, che smentisce come i tre. Il sindaco Rossi: “Nessuno può vantare richieste, altrimenti via dalla maggioranza”

Alessandro Antonino con Antonio Matarrelli e Mauro Vizzino

BRINDISI –  (Articolo aggiornato alle 16.26) Ora che sono ex Liberi e Uguali a tutti gli effetti, i consiglieri comunali di Brindisi Alessandro Antonino, Antonio Manfreda e Giuseppe Massaro, pensano a far crescere il “loro” nuovo gruppo. Gruppo che, secondo indiscrezioni, sarebbe “in sintonia” con il movimento che fa capo al mesagnese Mauro Vizzino, consigliere regionale eletto nella lista del governatore Michele Emiliano, e neo eletto in Assise con il sindaco Antonio Matarrelli. E che starebbe pensando alla guida della Multiservizi.

In sintonia con Matarrelli e Vizzino

cristiano d'errico-7-4Non è mistero per nessuno che Antonino, in passato candidato nella lista di Nando Marino, abbia seguito in prima persona la campagna elettorale di Matarrelli, risultato vincitore al secondo turno sulla candidata del centrosinistra a trazione Pd, Rosanna Saracino. Lui stesso ha pubblicato diverse foto sulla sua pagina Facebook, con messaggi di auguri a Matarrelli: “In sintonia con il sindaco di Mesagne e il consigliere regionale”, ha scritto il 10 giugno scorso. C’è anche la sua foto con Matarrelli che indossa la fascia Tricolore.

Chiaro, quindi, il legame politico che lega il consigliere comunale di Brindisi agli esponenti politici di Mesagne. La domanda, a questo punto, è: quale direzione seguiranno Antonino e i suoi colleghi consiglieri di Brindisi, Manfreda, ex consigliere e assessore di Impegno sociale, e Massaro con i quali fa squadra?

L’attrito con l’assessore al Bilancio D’Errico

Se è vero che i tre hanno pubblicamente dichiarato la volontà di restare nella maggioranza che sostiene il sindaco Riccardo Rossi, è altrettanto vero che qualcosa sta succedendo nella coalizione di governo a Palazzo di città. Non da ieri o dall’altro ieri, perché di fibrillazioni si è avuto il sentore già da diverso tempo. Nei giorni precedenti al Consiglio comunale, durante il quale i tre sono usciti dall’Aula facendo mancare il numero legale, nella chat della maggioranza hanno fatto sapere di voler “commissariare” l’assessore al Bilancio, Cristiano D’Errico, espressione di Leu. Non avrebbero approvato la rotta seguita dal commercialista nella gestione delle finanze del Comune.

Giovanni Palasciano(1)-2Archiviato il Consiglio comunale di giovedì scorso sul rendiconto e i debiti fuori bilancio, gli ormai ex Leu avrebbero contattato due consiglieri eletti nella lista di Brindisi Bene Comune: Luana Pirelli e Marco Vadacca, ritenuti “scontenti” dei risultati dell’Amministrazione Rossi. Speravano di riuscire a imbastire un dialogo per arrivare a strappare il sì all’adesione del loro nuovo gruppo. Invece niente. I due hanno respinto l’invito ai mittenti. E ovviamente tutto è rimbalzato in seno a Brindisi Bene Comune.

La Multiservizi

La manovra dei tre non sarebbe finita qui. Stando a quanto si sostiene con una certa insistenza tra Brindisi e Mesagne, i consiglieri del nuovo gruppo avrebbero fatto intendere di non gradire neppure la conferma di Giovanni Palasciano (nella foto accanto) alla guida della partecipata Multiservizi. Palasciano ha presentato il nuovo piano industriale in vista della fusione per incorporazione con Energeko, l’altra partecipata del Comune di Brindisi. Rossi deve decidere, d’intesa con l’assessore al Bilancio, se affidare incarico nuovamente al commercialista barese oppure no.

Francesco Pasanisi Zingarello-3Dal gruppo Antonino, Manfreda e Massaro, sembra che sia stato fatto riferimento a un altro commercialista: Francesco Pasanisi Zingarello (nella foto al lato), di Mesagne, già capo staff per Massimo Ferrarese alla presidenza della Provincia di Brindisi, e componente di quello della sindaca Angela Carluccio. Zingarello sarebbe anche vicino a Matarrelli. Se così fosse, il cerchio sarebbe chiuso. Tutto in sintonia con la coalizione che governa Mesagne. Con un ponte verso le regionali. I tre, come è logico che sia, sono pronti a smentire. E annunciano una nota per la stampa.

Il sindaco Riccardo Rossi

Riccardo Rossi-11-2-2“La situazione è tranquilla”, dice il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi. “C’è una divergenza interna a Leu, anche sull’onda delle dinamiche a livello nazionale. Spero che trovino la quadra, io sono fiducioso”, continua. Non sarà troppo fiducioso? Possibile che non abbia prestato attenzione alle voci che circolano in queste ore? “Sia chiaro a tutti: nessuno può vantare richieste di nessun tipo perché questo comporterebbe l’immediato allontanamento dalla maggioranza”. Chiarissimo. Del resto, come era nelle previsioni, è arrivata la nota di precisazione dei tre ex consiglieri di Leu.

Le precisazioni degli ex

"Vera è l'amicizia del consigliere Antonino con il sindaco di Mesagne Matarrelli e il consigliere regionale Vizzino", si legge nella nota spedita da Alessandro Antonino. Matarrelli e Vizzino "oltre a sostenere la candidatura di Riccardo Rossi sindaco, hanno contribuito alla formazione della lista Leu, facendolo candidare nella stessa e facendolo risultare il consigliere più suffragato", hanno precisato.

"Falso è l'attrito con l'assessore Cristiano D'errico", hanno scritto. "Più di due settimane fa dopo aver deciso di autogestirci da Leu proprio perché i tre soggetti politici interni a Leu (Articolo1, Sinistra, Possibile) cercavano di "spaccare" il gruppo consiliare, davamo la piena fiducia allo stesso". E ancora: "Falso è anche l'aver contattato i consiglieri Pirelli e Vadacca di Bbc per accorparli al nostro gruppo". Falso rispetto alle indiscrezioni che si rincorrono all'interna della maggioranza.

"Falso è aver chiesto alla maggioranza o al sindaco di ricoprire incarichi o segnalare nominativi per gli enti di secondo grado, come falso è aver fatto il nome di Zingarelli per la presidenza della Multiservizi", si legge sempre nella nota che, probabilmente nella fretta, i tre hanno dimenticato di firmare. "Come gruppo consigliare vogliamo dare il nostro contributo all'interno della maggioranza al fine di risolvere i problemi della comunità brindisina". Il tempo, anche in questo caso, consentirà di capire chi sta con chi. 

Anche Zingarello dichiara di non aver ricevuto proposte

"Apprendo con stupore che in un articolo della vostra testata sono indicato come potenziale presidente della Multiservizi del Comune di Brindisi quale espressione di un gruppo politico interno alla maggioranza. La notizia è priva di qualsiasi fondamento in quanto non solo non sono stato contattato dai consiglieri menzionati nell’articolo ma in realtà non li ho mai conosciuti. Inoltre sono del tutto lontano dal Comune di Brindisi da quando si è conclusa la mia esperienza nell’amministrazione Carluccio né ho intenzione di ricoprire in un prossimo futuro ulteriori incarichi in quell’ente. Ringrazio dunque per la consueta attenzione e saluto cordialmente".

E Brindisi Bene Comune blinda la propria fedeltà a Rossi

Dal versante della maggioranza, arriva un messaggio di sostegno a Rossi: "Il gruppo consiliare Brindisi Bene Comune è unito, coeso e forte dell'impegno preso con il nostro Sindaco, con la coalizione che con noi governa ma soprattutto con la città. Questi giochi da bassa politica che hanno tenuto in ostaggio la città per tanti anni non ci appartengono e la nostra storia è assoluta garanzia di trasparenza, coerenza e rispetto degli impegni", si legge in un comunicato. "Lo diciamo senza nessuna remora, in Brindisi Bene Comune, dalla sua nascita, non c'è spazio per i prestigiatori della politica che abbiamo sempre tenuto alla debita distanza, cosa che continueremo a fare. La fiducia nel percorso costruito con il nostro Sindaco Riccardo Rossi non conosce interruzioni, si va avanti con impegno, serietà e dedizione". Firmato: Anna Maria Calabrese, Giuseppe Cellie, Luana Mia Pirelli, Anna Portolano, Belinda Silvestro, Marco Vadacca.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion si ribalta e sfonda spartitraffico: superstrada riaperta al traffico

  • Ultraleggero pilotato da brindisino si schianta su muretto

  • Tute, scooter e passamontagna: i "Falchi" scoprono il covo dei rapinatori

  • Tamponamento tra furgone e trattore sulla provinciale: feriti i conducenti

  • “Aste giudiziarie, prove evidenti”: processo immediato per nove brindisini

  • Lite in strada finisce con accoltellamento: un ferito e un arresto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento