Sel tiene duro: "No al Laboratorio"

BRINDISI - Si allunga l'elenco degli interventi sulla riunione di domenica mattina del polo della sinistra brindisina, dove si è consumato un incidente tra i rappresentanti della due sigle che fanno capo al consigliere regionale Giovanni Brigante, e d alcuni degli altri soggetti politici del tavolo unitario, culminato nell'abbandono della riunione da parte dei primi. Dopo i comunicati di Sviluppo e Lavoro (Brigante), e dei Verdi, ecco quello di Sel firmato dal responsabile provinciale enti locali, Gianni Stasi.

Sel

BRINDISI - Si allunga l'elenco degli interventi sulla riunione di domenica mattina del polo della sinistra brindisina, dove si è consumato un incidente tra i rappresentanti della due sigle che fanno capo al consigliere regionale Giovanni Brigante, e d alcuni degli altri soggetti politici del tavolo unitario, culminato nell'abbandono della riunione da parte dei primi. Dopo i comunicati di Sviluppo e Lavoro (Brigante), e dei Verdi, ecco quello di Sel firmato dal responsabile provinciale enti locali, Gianni Stasi.

Abbassare i toni della polemica, far prevalere il senso di responsabilità, l’interesse generale su quello particolare di ogni singola forza o movimento politico. Il tentativo di insediare, quello che è stato chiamato quarto polo, alternativo al cosiddetto  “laboratorio allargato”, è ancora valido e potrà vedere la luce solo grazie alla capacità  di unità e di coesione di cui deve saper dare prova ogni singolo soggetto politico che ne fa parte. La polemica sterile non serve alla causa del progetto. Pregiudiziali e veti,  avanzati e ricevuti verso persone e proposte,  erano stati unanimemente esclusi sin dal primo incontro.

A dire il vero,  nell’ormai famoso incontro di domenica, la parola pregi