menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Brindisi circondata dagli incendi

Giorni e giorni di fuoco e fiamme nelle campagne a ridosso della città, dove gli incendi appiccati ai campi di stoppie dagli stessi contadini e alle distese di erbe secche da gente priva di scrupoli sta mettendo a dura prova gli organici già risicati dei vigili del fuoco. Ancora nessuno ha assunto provvedimenti adeguati per una attività di prevenzione e repressione, lasciando il problema ai soli pompieri e alla polizia e ai carabinieri. Ma il rispetto delle ordinanze che fanno divieto di appiccare gli incendi alle stoppie e alle erbe secche nei campi dovrebbe essere un compito di polizia municipale e polizia provinciale. La situazione richieste la formazione di apposite task-force: mettendo da parte gli autovelox e cominciando a pattugliare il territorio comunale a caccia di incendiari e di gente che sta trasformando le campagne in discariche.



Commenti

    Potrebbe Interessarti

    • Cronaca

      Rapina alla gioielleria dell'Ipercoop: gli arrestati lasciano la questura

    • Cronaca

      Le immagini dell'assalto alla gioielleria "Follie d'oro"

    • Cronaca

      Retata antidroga: le immagini degli arresti

    • Cronaca

      Retata antidroga: gli arrestati lasciano la caserma

    Torna su