Progetto New Arena: costituito il gruppo tecnico di valutazione

Il gruppo di lavoro è formato interamente da funzionari del Comune di Brindisi, operativo sino alla selezione dell'impresa

BRINDISI – Dopo il secondo ok dalla politica, vedi l’approvazione con 19 voti favorevoli della variante urbanistica relativa e del vincolo preordinato all’esproprio dei terreni dal parte del consiglio comunale del 29 aprile scorso (che segue quella del 29 novembre 2019 sulla fattibilità economica e per il riconoscimento dell’interesse pubblico dell’opera), si avvicina sempre più alla fase esecutiva il progetto di project financing “New Arena” che darà allo sport brindisino – basket ma anche altro - e agli eventi pubblici di rilievo una degna sede realizzando un palazzetto da 15 milioni di euro.

È stato infatti costituito formalmente con delibera di giunta comunale anche il gruppo di lavoro che dovrà affiancare il responsabile unico del procedimento, Fabio Lacinio, nella valutazione del progetto definito presentato il 28 aprile e “fino alla conclusione delle procedure per l’individuazione dell’operatore economico per la costruzione e gestione dell’impianto.” Il gruppo è formato interamente da tecnici comunali.

Questa la sua composizione: gli ingegneri Antonio Iaia per le opere di urbanizzazioni e di allaccio alle utenze necessarie, Marco Locorotondo per le opere civili, Gaetano Padula per le opere impiantistiche, Paolo Sellani per le opere specialistiche e di finitura; poi i funzionari Teresa Morelli per gli aspetti amministrativi, e Angelo Pellico per gli aspetti espropriativi e legali di competenza del settore. Il progetto è stato presentato dall’Ati New Basket Brindisi con le ditte Petito Prefabbricati Srl e Primiceri SpA.

L’obiettivo è giungere al bando entro il corrente mese e alla conclusione dell’opera entro il mese di settembre del 2021. Il Comune coprirà con 750mila euro le opere di esproprio e di urbanizzazione, mentre per quanto riguarda i 15 milioni di costo della nuova struttura i privati si assumeranno il 55 per cento della spesa anche con il sostegno del Credito sportivo, mentre la restante quota sarà coperta da un finanziamento a fondo perduto.

In cambio, la “New Arena” sarà gestita per 40 anni dal soggetto privato, prima di passare tra i beni comunali, e sarà dotata di servizi di ristorazione e negozi, a disposizione di chi seguirà il campionato di basket, altri eventi sportivi di livello nazionale ed internazionale, concerti e convegni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento