Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Festività pasquali: sanzionate 431 persone per violazione delle misure anti Covid

 

BRINDISI - Sono proseguiti anche in occasione delle festività pasquali, e con sempre maggior incisività, i controlli messi in atto da parte delle forze di polizia per accertare l’osservanza dei  divieti imposti per il contenimento della diffusione del coronavirus, con una particolare attenzione alle  località turistiche.

Nel territorio della provincia di Brindisi  sono state controllate, nel week-end festivo, circa 4000 persone e circa 200 esercizi  commerciali proprio allo scopo di verificare l'osservanza delle misure anti coronavirus, portando così complessivamente a 35178 i controlli effettuati dall’11 marzo scorso. Le forze dell'ordine, al termine del "fine settimana", hanno elevato  431 sanzioni a persone inosservanti delle misure di contenimento del contagio vigenti.

L’articolato dispositivo di controllo, pianificato all’esito di una riunione tecnica di coordinamento tenutasi lo scorso 9 aprile e della conseguente  ordinanza del Questore, ha costituito  uno  sforzo significativo che  ha visto impegnati più di 800 uomini, circa 400 pattuglie con servizi dedicati a  tutto il territorio provinciale. Particolare attenzione è stata riservata alle località di villeggiatura  e lungo il litorale, al fine  di evitare spostamenti   di persone e momenti di aggregazione potenzialmente pericolosi per il pericolo di contagio, grazie alle unità della polizia di Stato che si è avvalsa anche del supporto dell'elicottero del IX Reparto Volo di Bari che ha svolto una importante funzione di deterrenza nella giornata di sabato e domenica mattina, dell’Arma dei carabinieri e della guardia di finanza.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento