Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Rossi indossa la fascia, ed ora può cominciare il suo percorso da sindaco

 

BRINDISI – Non è la prima volta che a Brindisi arriva a conquistare la fascia di sindaco una persona legata ai temi dell’ambiente, ma questa volta il nuovo inquilino del municipio di piazza Matteotti ha tutte le carte in regola per restarci a lungo e non solo per un fugace passaggio. Riccardo Rossi è alla testa di una solida maggioranza di 20 consiglieri su 32, e tra questi non c’è gente con grilli per la testa. Questa la premessa che ha fatto da bandiera per tutta la campagna elettorale: cambiamento, e unica ambizione lavorare per la città.

proclamazione sindaco rossi (2)-2

Ma assieme all’ambiente, alla salute, ci sono la qualità della vita, il lavoro, i nuovi assetti urbanistici, il futuro del porto e della zona industriale, dell’università, del terziario, il risanamento dei quartieri, i servizi essenziali, il patrimonio immobiliare del Comune, la cura della città e dei parchi, le società partecipate, la sicurezza, e non da ultimo lo stato delle finanze locali, e una cosa che sta a cuore a tutti i cittadini: riportare Brindisi al livello di interlocutore autorevole delle altre città pugliesi, della Regione e del governo nazionale.

Insomma, Rossi e la sua futura giunta, di imminente nomina, non avranno certo molto tempo libero, nei prossimi mesi e – si augurano i loro sostenitori – nei prossimi anni. Sui doveri che comporta indossare quella fascia tricolore si sono soffermati nel corso della cerimonia di questa sera in municipio, il giudice formalmente incaricato della proclamazione, Antonio Sardiello, e lo stesso Rossi. Cordiale lo scambio delle consegne e di auguri con il commissario prefettizio Santi Giuffrè.

Poi il ritorno all’incontro con la gente in piazza Vittoria, dove il nostro collega Fabio Mollica ha presentato il nuovo sindaco, questa volta pienamente nella carica, e uno dei nuovi consiglieri comunali per ciascuna delle quattro liste che hanno portato alla vittoria la nuova maggioranza: Valentina Fanigliulo per il Partito Democratico, Giuseppe Cellie per Brindisi Bene Comune, Alessandro Antonino per Liberi e Uguali, Giulio Gazzaneo per Ora Tocca a Noi.

proclamazione sindaco rossi-2

Un momento toccante è stato rappresentato dal ricordo che Mollica ha dedicato a tre militanti che non ci sono più, e che per anni hanno vissuto i momenti duri e i momenti felici dei partiti e dei movimenti che ora governeranno la città: Marina Barracchia, una delle prime donne del gruppo dei No al Carbone e ambientalista appassionata sino alla fine, Alfio Tarullo di Brindisi Bene Comune, scomparso proprio nelle ore cruciali della vittoria elettorale, ed Enzo Baldassarre, amministratore e dirigente del Pd brindisino.

Ma il tempo delle celebrazioni è finito. Bisogna mettersi al lavoro e da subito Riccardo Rossi è tornato ad occuparsi della definizione della squadra degli assessori. Da lunedì occuperà il suo ufficio a piazza Matteotti.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento