Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una marea di Tir fuori dal porto, ma il progetto dei servizi è bloccato

 

BRINDISI - Ecco qual è la situazione fuori dal varco doganale di Costa Morena Ovest - Punta delle Terrare, dove transitano i Tir per l'imbarco o dopo lo sbarco dalle navi ro-ro. Una marea di camion in attesa, non solo nel grande piazzale dove si trova anche il Terminal Brindisi, la struttura privata della società "Il Mondo", ma lungo tutte le strade intorno. Perchè non c'è spazio, non ci sono servizi, non c'è nulla tranne il terminal privato, l'unica entità dove è possibile trovare servizi igienici.

L'area è di proprietà del Consorzio Asi, che è capofila di un progetto inserito nel Doc-B dell'Interreg Italia-Grecia per la sistemazione, dotazione di servizi, recinzione e riattivazione del piazzale, che dopo le ondate di camion diventa una discarica. Ci sono 600mila euro da spendere, ma anche questo progetto come altri a servizio del porto e dell'intermodalità delle merci è bloccato, nello specifico al Provveditorato interregionale per le Opere pubbliche per una questione di pareri del Comune di Brindisi.

Quindi le scene che il video girato questa mattina mostra, quindi il rischio di perdita dei finanziamenti europei, che innescherebbe una catena di revoca anche per gli altri partner del progetto Doc-B, come Igoumenitsa, dove invece i soldi sono già stati investiti. Senza contare che ci va di mezzo anche l'immagine della città, per la precarietà dell'accoglienza agli operatori dell'autotrasporto, molti di altri Paesi della Ue, ma anche tanti italiani.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento