rotate-mobile
Attualità

Bagni al Cesare Braico, Adoc: "Situazione igienico-sanitaria insostenibile"

Sui bagni chiusi al parco Cesare Braico di Brindisi interviene l'Adoc, l'Associazione difesa e orientamento dei consumatori

BRINDISI - Sui bagni chiusi al parco Cesare Braico di Brindisi interviene l'Adoc, l'Associazione difesa e orientamento dei consumatori. BrindisiReport aveva già accolto una segnalazione da parte di un cittadino

Alle reiterate denunce, inoltrate dalla scrivente, circa la mancata fruibilità per i disabili dei servizi igienici nell'area verde più frequentata in città da famiglie, sportivi ed anziani purtroppo registriamo non solo un mancato riscontro da parte degli uffici comunali e ma addirittura la chiusura totale. Da giorni, infatti, l’unico bagno disponibile per uomini, donne e bambini e comunque non per i disabili resta chiuso al pubblico determinando condizioni igienico sanitarie e situazioni insostenibili all’interno dell'area, divenuta una vera e propria  latrina a cielo aperto. Diverse le situazioni segnalate che rasentano l’indecenza determinando problemi anche sotto il profilo dell’ordine pubblico. Il Braico così  come le poche aree verdi presenti in città subiscono una carenza gestionale insostenibile con ripercussioni sui servizi resi ai cittadini, la loro sicurezza e la salvaguardia dei beni pubblici. Chiediamo con forza che si ponga fine a quella che definiamo una vera e propria deriva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagni al Cesare Braico, Adoc: "Situazione igienico-sanitaria insostenibile"

BrindisiReport è in caricamento