rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità

Situazione nel Cara di Restinco, 30 associazioni chiedono un incontro in Prefettura

Le associazioni firmatarie del documento si rendono disponibili a costituire una delegazione di rappresentanti per l’incontro richiesto

BRINDISI - Riceviamo e pubblichiamo nota a firma di 30 soggetti giuridici tra associazioni, comitati e coordinamenti della provincia di Brindisi. 

A seguito della tragica morte di un trattenuto all’interno del Centro di Permanenza per il Rimpatrio di Restinco e delle numerose proteste delle persone detenute nello stesso, 30 realtà tra associazioni, comitati e coordinamenti hanno richiesto un incontro in Prefettura al fine di avere informazioni sulle condizioni di trattenimento. “In qualità di associazioni e cittadini riteniamo necessario verificare che le condizioni di trattenimento rispettino quanto previsto nel Regolamento Unico Cpr, nonché dal Capitolato di gara per l’affidamento della gestione del Centro. Richiediamo di poter visionare il Regolamento interno del Cpr e la Carta dei diritti e dei doveri in tutte le lingue in cui questi documenti sono tradotti, le relazioni dell’Asl competente alla verifica delle condizioni igienico-sanitarie dei locali, la qualità dell’assistenza sanitaria offerta, la conservazione, manipolazione, preparazione e somministrazione dei pasti.

Si richiede di poter verificare che sia garantita l’assistenza legale, la mediazione linguistico culturale, la possibilità di essere in
contatto con i propri familiari e con il legale, la possibilità di fare un reclamo al garante dei diritti delle persone private della libertà personale del territorio, e le modalità in cui questo è garantito. Si richiede inoltre di poter visionare i verbali della Prefettura a seguito dei controlli periodici effettuati per verificare la regolare esecuzione del contratto ed il corretto utilizzo di risorse pubbliche così come previsto dall’art. 19 comma 1 dello schema del Capitolato d’appalto 2021 predisposto dal Ministero dell’Interno.” Le associazioni si rendono disponibili a costituire una delegazione di rappresentanti per l’incontro richiesto.

Associazioni aderenti: Odv Mesagne Bene Comune-Emergency Gruppo Territoriale Provincia di Brindisi- Cobas Brindisi-Anpi Brindisi - Comunità africana Brindisi e provincia-Squola senza Confini-Penny Wirton Bari-OdV-Cgil Brindisi-Forum per cambiare l’ordine delle cose-Associazione Compagni di strada- Associazione Migrantes Brindisi-Periplo Odv-Associazione Origens Ets-Circolo Arci Community Hub Aps Brindisi-Gruppo Educhiamoci alla Pace-Digiuno di giustizia in solidarietà con i migranti-Presidio di Bari-Asgi Associazione Studi Giuridici Immigrazione-Associazione Voci della Terra-Gris Puglia-Libera Puglia-La Collettiva TransFemminista Queer Brindisi-Associazione Salute Pubblica Brindisi-Coordinamento Provinciale Libera Brindisi-Associazione Gruppo Lavoro Rifugiati Bari-Arci Brindisi-Mai più Lager - No ai Cpr- LasciateCIEntrare-Cir Consiglio Italiano per i Rifugiati-Associazione Cittadini del Mondo Aps-Associazione Camera a Sud Lecce-Brindisi Bene Comune-Gruppo Educhiamoci alla Pace Odv-Le Veglie contro le morti in mare-LeA - Liberamente e Apertamente-Arci Puglia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Situazione nel Cara di Restinco, 30 associazioni chiedono un incontro in Prefettura

BrindisiReport è in caricamento