menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Perrino, mancano le barelle al Pronto soccorso: la denuncia della Fp Cgil

Il segretario territoriale, Pancrazio Tedesco, scrive al direttore generale della Asl e al dirigente medico evidenziando le numerose criticità della situazione

BRINDISI - Da mesi il pronto soccorso dell'ospedale Perrino di Brindisi è sprovvisto di barelle. E' quanto denuncia Pancrazio Tedesco, segretario territoriale della Fp Cgil: "Le ambulanze che, dopo aver effettuato un intervento giungono al pronto soccorso, rimangono bloccate, a volte anche un'ora ed i pazienti sono costretti a rimanere sulla barella del mezzo di soccorso perchè nella struttura ospedaliera mancano le barelle.Una situazione vergognosa". Per questo Tedesco ha inviato una lettera al direttore generale della Asl e al dirigente medico. Di seguito il testo della missiva:

Egregio direttore,

Lei sa cosa significa bloccare diversi mezzi di soccorso contemporaneamente a causa di questa disorganizzazione? Lei sa cosa significa sguarnire un territorio dai mezzi di soccorso? Sa cosa significa rendere 'inutilizzabile' un mezzo di soccorso? Vada a recuperare le registrazioni (da maggio in poi) custodite in centrale operativa del 118 dove si evince tale drammaticità che impedisce la regolarità del servizio degli stessi automezzi di soccorso. E stavolta non è solo la carenza di organico ad essere messa in evidenza, ma l’esiguo numero delle barelle per il trasporto dei pazienti che a centinaia giungono quotidianamente per le urgenze al Perrino. Ci sono giorni che le ambulanze fanno la fila in attesa di 'sbarellare' le persone trasportate.

Siamo costretti, ancora una volta a sottolineare doverosamente la gravissima e cronica carenza di recettività da parte del pronto soccorso del Perrino, come anche bisogna, comunque, sottolineare il grande lavoro che tutti gli operatori (medici, infermieri, ausiliari, Oss) del pronto soccorso riescono a fare nonostante il caos e la disorganizzazione sopra evidenziata. Pertanto,vi  invitiamo e diffidiamo a voler immediatamente ripristinare una corretta organizzazione del lavoro, rimuovendo le criticità sopra evidenziate, anche per non incorrere in situazioni a posteriori difficilmente gestibili.

La risposta dell'Asl

"La situazione non è così drammatica come quella descritta nel comunicato. Nei momenti di maggiore afflusso durante il periodo estivo, come accade in qualunque pronto soccorso di un ospedale di secondo livello, occorrono tempi tecnici per l’attivazione delle procedure previste in questi casi di emergenza. Ogni giorno ci impegniamo per limitare al minimo le situazioni di disagio per i nostri pazienti”.

Il direttore sanitario dell’ospedale Perrino di Brindisi, Antonino La Spada, risponde così al comunicato della segreteria territoriale della Fp

Cgil nel quale si chiedono chiarimenti sulla disponibilità delle barelle in pronto soccorso. 
“Per quanto riguarda le attese per lo sbarellamento - continua La Spada - dobbiamo sottolineare un aspetto pure richiamato nel comunicato: l’organico del Pronto soccorso è in sofferenza. Un problema che non riguarda soltanto il Perrino. A questo dobbiamo aggiungere anche l’esecuzione dei tamponi che fa inevitabilmente crescere i tempi di attesa per i pazienti”.
 

Articolo aggiornato alle ore 15:49 del 20 agosto (la risposta dell'Asl)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

San Donaci, compie 100 anni: auguri a nonna Giovanna

Attualità

"Me contro te" di Gianluca Leuzzi candidato al David di Donatello

social

Sant'Antonio Abate, il Santo del fuoco tra storia e tradizione

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Scuola e Covid: screening e vaccini per il ritorno in classe

  • Emergenza Covid-19

    Covid nel Brindisino, il trend si inverte: decremento dei casi

  • Sport

    Basket, Final Eight: Happy Casa Brindisi ai quarti controTrieste

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento