rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Attualità

Brindisi, solo al pronto soccorso: aiutato da sanitari e vigilanti

La storia a lieto fine di un ragazzo straniero, arrivato il 22 dicembre per un malore e "ospitato" al Ps. Il 24 dicembre accolto presso un centro di accoglienza grazie alla solidarietà

BRINDISI - E' arrivato due giorni fa, il 22 dicembre, dopo un malore. Non sapeva dove andare. Ma la sua è una storia a lieto fine: aiutato dai vigilanti che prestano servizio al Pronto Soccorso del Perrino, oggi, 24 dicembre, è stato accolto presso un centro di accoglienza a Fasano. Grazie al "lavoro di solidarietà" degli operatori dell'istituto di vigilanza "Puma".

Il 22 dicembre al Pronto Soccorso dell'ospedale Perrino di Brindisi si presenta un ragazzo, di origine marocchina. Ha accusato un malore. Si svolgono i controlli di rito, sta bene, fortunatamente. Ma non sa dove andare. E' lontano dalla sua terra e spaesato. E' senza scarpe e senza giacca, fa freddo. Gli operatori del Pronto Soccorso decidono di aiutarlo, possono "ospitarlo".

Questa mattina, però, arrivano le dimissioni. Il ragazzo non sa dove andare. Si mette in moto la gara di solidarietà. I vigilanti, attraverso il referto, riescono a fare dei giri di telefonate e a contattare alcune strutture, dove il ragazzo può essere ospitato. Alla fine, c'è disponibilità presso il centro di Fasano, "La casa del sole". Il giovane marocchino passerà questo Natale al caldo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi, solo al pronto soccorso: aiutato da sanitari e vigilanti

BrindisiReport è in caricamento