rotate-mobile
Attualità Carovigno

Torre Guaceto per il turismo sostenibile: completato il ciclo di incontri

La formazione gratuita in favore degli operatori della ricettività e ristorazione, guide e associazioni del forum Cets (Carta europea per il turismo sostenibile) della Riserva

CAROVIGNO - Si è appena concluso il ciclo di formazione gratuita organizzato dal Consorzio di Gestione di Torre Guaceto e Federparchi in favore degli operatori della ricettività e ristorazione, guide e associazioni del forum Cets (Carta europea per il turismo sostenibile) di Torre Guaceto. Obbiettivo del percorso: migliorare l’offerta turistica del territorio. L’ultimo e sesto incontro formativo si è tenuto presso il centro visite Al Gawsit della riserva, presso la borgata di Serranova. Focus della riunione: le opportunità offerte dagli strumenti di comunicazione digitale per la crescita delle imprese green oriented. 

Ha aperto il presidente del Consorzio, Rocky Malatesta, che ha raccontato ai partecipanti i progetti che l’ente sta attualmente conducendo per l’aumento degli standard di tutela e di promozione di Torre Guaceto e il sostegno agli operatori del territorio Cets della riserva. Poi, due esperti hanno illustrato ai membri del forum gli strumenti che ciascuno può utilizzare per incrementare il proprio business o per il consolidamento della propria realtà e dato consigli utili per l’avvio del proprio piano di comunicazione. 

Il primo a salire in cattedra è stato Luca Sinopoli, ceo di Mediabrand e Mediabrand Academy, agenzia di strategia digitale e scuola di formazione con base a Taranto che da 20 anni lavora al fianco delle piccole e grandi aziende che intendono ottimizzare il proprio business. L’esperto ha illustrato agli operatori quali mezzi utilizzare online, come farlo, quali errori evitare e spiegato in modo pragmatico come ideare una strategia efficace. 

Rocky Malatesta e Luca Sinopoli

Marco Fratoddi, giornalista e formatore, professionista della comunicazione, ha spiegato come approcciarsi ai vecchi e nuovi media e come raccontare la propria realtà attraverso di essi al fine di aumentare la fama della propria associazione, promuovere i propri servizi e spingere la sensibilizzazione green. Due ospiti d’eccezione che hanno saputo coinvolgere la platea e fornire utili spunti di riflessione. 

“A un anno dall’inizio di questo percorso, possiamo dirci soddisfatti e fieri di aver aiutato il nostro tessuto socio economico, fornendo formazione qualificata e gratuita - ha commentato il presidente di Torre Guaceto, Malatesta -, ci siamo impegnati tanto per raggiungere questo obbiettivo. Siamo felici, inoltre, perché avendo ampliato l’area Cets di Torre Guaceto, includendo anche il comune di Mesagne, un gran numero di operatori prima apparentemente lontani dall’area protetta, stanno abbracciando la causa della sostenibilità. Noi crediamo nella formazione continua e nel lavoro di rete. Proseguendo sulla strada già tracciata creeremo le condizioni affinché l’ambiente sia sempre più tutelato e la nostra comunità viva e lavori meglio. Grazie agli amici di Fedeparchi, Luca, Marco e a tutti gli esperti che li hanno preceduti - ha chiosato Malatesta -, per l’importante cammino che hanno voluto vivere con noi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Guaceto per il turismo sostenibile: completato il ciclo di incontri

BrindisiReport è in caricamento