rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Cronaca

Volo da Brindisi con aiuti del governo italiano per la popolazione di Gaza

Volo umanitario martedì mattina dalla pista dell'aeroporto militare Pierozzi, sito operativo della Base logistica delle Nazioni Unite, dove si trova anche una sede importante sede dell'Unhrc gestita dal Programma alimentare mondiale, con materiali destinati alla popolazione della striscia di Gaza

BRINDISI – Volo umanitario martedì mattina dalla pista dell’aeroporto militare Pierozzi, sito operativo della Base logistica delle Nazioni Unite, dove si trova anche una sede importante sede dell’Unhrc gestita dal Programma alimentare mondiale,  con materiali destinati alla popolazione della striscia di Gaza. Il volo è stato disposto dalla Cooperazione Italiana, e atterrerà all’aeroporto di Tel Aviv. L'aereo avrà a bordo anche  il vice ministro degli Esteri, Lapo Pistelli e trasporterà 30 tonnellate di beni di prima necessità: tende, coperte, generatori di emergenza, potabilizzatori, kit sanitari e kit igienici per un valore complessivo di circa 350.000 euro.

All’arrivo nella capitale della capitale d’Israele, il carico verrà preso in consegna per la distribuzione dalle stesse Nazioni Unite, che ne assicureranno l’arrivo a Gaza e la consegna alle categorie più vulnerabili della popolazione palestinese: donne, bambini, anziani, che soffrono le conseguenze piu' gravi del conflitto in corso. "In attesa che maturino le condizioni per un cessate-il-fuoco permanente. L'Italia fa sentire in modo tangibile la propria vicinanza e solidarietà al popolo palestinese, che paga le conseguenze piu' gravi delle ostilità in corso", ha dichiarato Pistelli.

 Il volo umanitario rientra nell'ambito di un più ampio piano di aiuti di emergenza - ha annunciato alla Camera il ministro degli Esteri, Federica Mogherini -  avviato dall'Italia a favore della popolazione di Gaza, il cui ammontare complessivo ha superato finora i 2 milioni. Nuove iniziative umanitarie verranno realizzate dall'Italia nel prossimo futuro, ha fatto sapere il governo, sula base dell'evoluzione della situazione di sicurezza nella Striscia di Gaza.

Anche in vista della Conferenza dei donatori in programma ad Oslo ad inizio settembre, è infatti intenzione dell'Italia destinare ulteriori risorse alla crisi umanitaria a Gaza per un importo addizionale pari a circa 2,5 milioni. I fondi in questione saranno destinati a finanziare interventi a forte impatto sociale a favore della popolazione palestinese la cui realizzazione verrà affidata alle Ong italiane operanti in loco, nonché in collaborazione con la Mezza Luna Rossa palestinese e con le agenzie del sistema Onu, come Unhrc e Wwp.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volo da Brindisi con aiuti del governo italiano per la popolazione di Gaza

BrindisiReport è in caricamento