menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Unità cinofila antidroga dei carabinieri

Unità cinofila antidroga dei carabinieri

Agente del carcere preso con droga

SCORRANO - Un assistente capo della Polizia penitenziaria, in servizio al carcere di Lecce, è stato arrestato questa mattina con droga.

SCORRANO - Un assistente capo della Polizia penitenziaria, in servizio al carcere di Lecce, è stato arrestato questa mattina dai carabinieri della compagnia di Maglie mentre si approvvigionava di sostanze stupefacenti nascoste nella parete di una casa di campagna di un conoscente. L'operazione è avvenuta alle 8,30 a Scorrano. Il reato è quello di detenzione di droga finalizzata allo spaccio.

L'arrestato è Mario Giannotta di 42 anni, ed è stato rinchiuso nella casa circondariale di Borgo San Nicola, dove lavorava. Giannotta era stato individuato dai carabinieri sul luogo dove era nascosta la droga, ufficialmente in seguito a segnalazioni di persone che avevano notato la presenza di uno sconosciuto in un podere di cui il soggetto non era proprietario.

L'abitazione usata per nascondere la droga era in costruzione. I militari hanno potuto assistere all'arrivo di Giannotte, e lo hanno visto mentre spostava due mattonelle e quindi mentre raccoglieva un involucro da terra.L'agente era arrivato scavalcando un muretto (altre volte invece era entrato nella proprietà del conoscente percorrendo un vialetto).

Stamani si è deciso di procedere alla perquisizione personale, del veicolo e del domicilio dell'assistente capo. Sono stati trovati un involucro contenente 12,5 grammi di eroina; due involucri contenenti 7,5 grammi in tutto di cocaina, e una pasticca su cui sono in corso accertamenti. Da stabilire se la droga venisse poi introdotta nel carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento