rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

La procura sta valutando l'esposto anonimo di Ceglie

CEGLIE MESSAPICA - Il procuratore capo di Brindisi, Marco Dinapoli, lo conferma. L'esposto anonimo arrivato da Ceglie Messapica, sotto forma di lettera anonima e che denunicava brogli durante le elezioni, non ha ancora sortito effetto voluto dall'anonimo che lo ha spedito poco più di una settimana fa. Non c'è ancora un'inchiesta. Eppure il procuratore non nega che già da domani qualcosa potrebbe muoversi.

CEGLIE MESSAPICA - Il procuratore capo di Brindisi, Marco Dinapoli, lo conferma. L'esposto anonimo arrivato da Ceglie Messapica, sotto forma di lettera anonima e che denunicava brogli durante le elezioni, non ha ancora sortito effetto voluto dall'anonimo che lo ha spedito poco più di una settimana fa. Non c'è ancora un'inchiesta. Eppure il procuratore non nega che già da domani qualcosa potrebbe muoversi.

La raccomandata spedita dall'ufficio postale di Ostuni era stata recapita anche ad alcuni esponenti della politica locale: due di loro, candidati alle elezioni, Pietro Magno e  l'ex sindaco Pietro Federico, ne hanno informato i carabinieri.

Secondo l'iter previsto, l'esposto anonimo dovrebbe essere iscritto nell'apposito registro ma, viste le due denunce e i probabili elementi aggiuntivi forniti dai due candidati, un'inchiesta potrebbe essere aperta comunque.

"Anche se la lettera è stata inviata alla procura di Lecce - conferma Dinapoli - quella competente resta la procura di Brindisi. Fino a venerdì non abbiamo aperto alcun procedimento ma dalla prossima settimana potrebbe anche esserci l'apertura di un fascicolo".

Nella missiva oltre a voto di scambio e qualche broglio in fase di scrutinio, veniva anche citata una lista molto dettagliata (completa di nomi, cognomi, data di nascita e indirizzo) di coloro che, secondo l'anonimo, avrebbero "venduto" il proprio voto in cambio di 50 euro, droga o favori sessuali pagati a prostitute.

Una situazione che aveva infuocato i giorni immediatamente precedenti al primo consiglio comunale della nuova amministrazione ma che, proprio nella sede di quella prima seduta, era stata condannata da tutti tra i banchi di maggioranza e opposizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La procura sta valutando l'esposto anonimo di Ceglie

BrindisiReport è in caricamento