rotate-mobile
Cronaca

Banditi in una villa e in un negozio

BRINDISI - Malavita scatenata. Serata di rapine a Brindisi. La quinta in un’abitazione in pochissime settimane, se si considera il territorio provinciale, nonostante la presenza di persone. Nel mirino dei banditi questa volta una villetta nei pressi dell'aeroporto, tra i quartieri Casale e Paradiso. L'altro, quasi contemporaneamente, è stata messo a segno ai danni del negozio Acqua e Sapone di viale Aldo Moro.

BRINDISI - Malavita scatenata. Serata di rapine a Brindisi. La quinta in un'abitazione in pochissime settimane, se si considera il territorio provinciale, nonostante la presenza di persone. Nel mirino dei banditi questa volta una villetta nei pressi dell'aeroporto, tra i quartieri Casale e Paradiso. L'altro, quasi contemporaneamente, è stata messo a segno ai danni del negozio Acqua e Sapone di viale Aldo Moro.

Pasquale Caianiello 71 anni si trovava sull'uscio dell'abitazione situata in via Strada delle Scuole Pie 55. Ha sentito il cane abbaiare e si è affacciato, ma è stato sorpreso da due individui a volto coperto, uno dei quali armato di fucile. Dopo essere stato strattonato e condotto in casa dove c'era la moglie, sua coetanea, l'anziano è stato costretto ad aprire la cassaforte.

I banditi hanno preso 7-800 euro in banconote, alcuni gioielli e tre pistole regolarmente denunciate. Poi si sono dileguati. Nessuna violenza fisica nei confronti dei coniugi, ciò nonostante le vittime hanno accusato uno stato di shock per le minacce ricevute affinché aprissero la cassaforte. Indaga sul caso la squadra mobile di Brindisi condotta dal vice questore Francesco Barnaba.

Ci sono i carabinieri della compagnia di Brindisi invece ad occuparsi della rapina messa a segno all'ora di chiusura al negozio Acqua e Sapone di viale Aldo Moro. Ad agire sempre due persone, che volto coperto da casco e sciarpe hanno fatto irruzione armati e si sono fatti consegnare l'incasso della serata. La cassiera sotto shock non ha saputo dire che arma le hanno puntato contro, né l'ammontare del bottino che è in via di quantificazione.

I banditi non dovrebbero essere gli stessi dato che l'abbigliamento utilizzato sarebbe differente, ma in quest'ultimo caso avevano probabilmente studiato bene il colpo dal momento che sono entrati in azione quando l'attività commerciale, passate le festività - e con esse il maggior pericolo di rapine - ha smesso il servizio di vigilanza organizzato per prevenire brutte sorprese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banditi in una villa e in un negozio

BrindisiReport è in caricamento