rotate-mobile
Cronaca Carovigno

Bomba al citofono di un imprenditore

CAROVIGNO – Un fuoco d’artificio, ovvero un grosso petardo, piazzato accanto al citofono come segnale d’avvertimento nei confronti di un rinomato imprenditore barese della ceramica. L’attentato notturno a Carovigno ai danni del titolare della Orion Ceramiche, con diverse sedi oltre quella di Carovigno, soprattutto nell’iterland barese. Quale messaggio si celi dietro il gesto stanno cercando di capirlo i carabinieri della stazione di Carovigno insieme con i colleghi della compagnia di San Vito dei Normanni coordinati dal capitano Ferruccio Nardacci.

CAROVIGNO ? Un fuoco d?artificio, ovvero un grosso petardo, piazzato accanto al citofono come segnale d?avvertimento nei confronti di un rinomato imprenditore barese della ceramica. L?attentato notturno a Carovigno ai danni del titolare della Orion Ceramiche, con diverse sedi oltre  quella di Carovigno, soprattutto nell?iterland barese. Quale messaggio si celi dietro il gesto stanno cercando di capirlo i carabinieri della stazione di Carovigno  insieme con i colleghi della compagnia di San Vito dei Normanni coordinati dal capitano Ferruccio Nardacci.

I carabinieri, dopo la denuncia del fatto, stanno cercando di risalire al  movente e agli autori dell?esplosione dell'ordigno tutto sommato di basso potenziale (un petardo) presso la ditta di proprietà dell?imprenditore 55enne di Mola di Bari, Francesco D?Ambruoso. La deflagrazione ha fatto saltare il citofono procurando una parziale fenditura e relativo annerimento dell'intonaco dell'appartamento. Il danno, in corso di quantificazione, non ha pregiudicato l?agibilità dell?edificio.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba al citofono di un imprenditore

BrindisiReport è in caricamento