menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune di Brindisi, assunzione a tempo indeterminato per sei Lsu

Contratto al 50 per cento del tempo pieno, dopo confronto con le organizzazioni sindacali

BRINDISI – Buona notizia sotto l’albero di Natale per sei lavoratori socialmente utili, precari da anni, al Comune di Brindisi: saranno assunti a tempo indeterminato, con contratto al 50 per cento dell’orario pieno.

La Giunta

L’ufficialità arriva direttamente da Palazzo di città, sotto forma di delibera approvata dalla Giunta, su proposta dell’assessore al Personale, Mauro Masiello, tenuto conto degli impegni assunti dal Comune in occasione della definizione del fabbisogno di personale e dei fondi della Regione Puglia.

Saranno stabilizzati: Antonio Donno, Salvatore Morieri, Pietro Molendini, Cosimo Tedesco, Renato Zecca e Giuseppe Sardella. Tutti “sono attualmente impegnati in progetti in corso presso l’Amministrazione comunale di Brindisi”, si legge nella relazione di accompagnamento alla delibera. E a tutti sarà riconosciuta la “categoria giuridica A”.  Il provvedimento è stato portato in votazione, dopo il preventivo avviso di comunicazione ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali.

La platea storica

Si tratta dei lavoratori appartenenti alla “cosiddetta platea storica”. Le prime stabilizzazioni sono iniziate nel 2017, con delibera dell’allora commissario straordinario: 22 unità stabilizzate, sul totale di 69 lavoratori socialmente utili. La seconda tranche di assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato, part time al 50 per cento, è datata 2018, partendo dalla graduatoria regionale approvata il 28 febbraio. La Regione ha consesso al Comune un contributo per la durata di quattro anni, dal 2019 sino al 2022.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento